Expo 2015, in arrivo il Decreto: Glisenti amministratore sarà affiancato da un cda

Se Tolkien fosse vivo potrebbe scrivere un’altra saga sul decreto per l’Expo 2015. Ora sembra si sia finalmente in dirittura d’arrivo: il Ministro alla Delegificazione Roberto Calderoli, l’uomo la cui ex moglie ora si mostra in questo modo a teatro, è stato perentorio al meeting ciellino di Rimini. “Sto scrivendo il decreto sull’Expo perché bisogna


Se Tolkien fosse vivo potrebbe scrivere un’altra saga sul decreto per l’Expo 2015. Ora sembra si sia finalmente in dirittura d’arrivo: il Ministro alla Delegificazione Roberto Calderoli, l’uomo la cui ex moglie ora si mostra in questo modo a teatro, è stato perentorio al meeting ciellino di Rimini.

“Sto scrivendo il decreto sull’Expo perché bisogna arrivare a chiudere la faccenda in tempi brevi, ho già avuto diversi incontri con il sindaco Moratti. Stiamo lavorando in maniera determinata e credo che per metà della prossima settimana il decreto sarà pronto”

Ma cosa ci dovrebbe essere in questo benedetto decreto? Semplice: la soluzione definitiva al litigio che vede da un lato la Moratti e Glisenti e dall’altro Formigoni e Penati, per quanto riguarda il modo in cui verranno spesi i quattro miliardi di euro degli appalti per l’expo. La Sindachessa che avrebbe preferito fosse solo il suo uomo di fiducia a gestirli, senza troppi impicci come, che so, un consiglio di amministrazione che controlli come li spenda, e il Presidente della Provincia e della Regione intenzionati ad affiancare al golden boy di cui altre volte avevamo parlato, un cda. Pare che abbia vinto quat’ultima soluzione, staremo a vedere.

Foto | Flickr