Mondiali rugby 2011 – Inghilterra: Johnson alza la voce

Non è soddisfatto della sua Inghilterra e ha tutti i motivi per non esserlo, nonostante le due vittorie fino a ora ottenute. Martin Johnson ha poco da festeggiare dopo il faticoso successo ottenuto contro la Georgia e ora alza la voce con i suoi ragazzi: o si cambia ritmo, o si va a casa.La vittoria

Non è soddisfatto della sua Inghilterra e ha tutti i motivi per non esserlo, nonostante le due vittorie fino a ora ottenute. Martin Johnson ha poco da festeggiare dopo il faticoso successo ottenuto contro la Georgia e ora alza la voce con i suoi ragazzi: o si cambia ritmo, o si va a casa.

La vittoria con la Georgia è arrivata alla fine di un match che all’intervallo vedeva l’Inghilterra avanti solo 17-10, graziata dal pessimo calciatore georgiano Merab Kvirikashvili che ha sbagliato per cinque piazzati, evitando un passivo imbarazzante per il XV di Johnson, che ha mostrato tutto il suo disappunti. “Siamo stati superficiali in campo. E’ uno sport semplice, ma noi sappiamo complicarci la vita e questo è fastidioso. Mi dà semplicemente fastidio. Non voglio una squadra così. Se mi piacesse quello che ho visto – ha continuato Johnson – andremmo a casa subito, e se siamo contenti di come abbiamo giocato andremo a casa presto. Guardate Australia-Irlanda e capirete cosa è un match d’alto livello. Per noi è più difficile le sfide semplici, perché è difficile mantenere la concentrazione. Dobbiamo lavorare su questo”.

Qui il calendario e tutti gli orari italiani del Mondiale di rugby