Aviva Premiership – Niente sorprese, siamo inglesi

Parte questo fine settimana anche il campionato inglese e mentre le attenzioni di tutti sono rivolte alla Nuova Zelanda, zitti zitti, Tigers e truppa si lanciano all’inseguimento dei campioni in carica dei Saracens. Ma il campionato inglese rischia, almeno guardando ai bookmakers e alla logica, di riproporre un copione già visto. Sarries e Leicester sono

Parte questo fine settimana anche il campionato inglese e mentre le attenzioni di tutti sono rivolte alla Nuova Zelanda, zitti zitti, Tigers e truppa si lanciano all’inseguimento dei campioni in carica dei Saracens. Ma il campionato inglese rischia, almeno guardando ai bookmakers e alla logica, di riproporre un copione già visto.

Sarries e Leicester sono anche quest’anno in pole position per conquistare la finalissima di Twickenham e riproporre, per il terzo anno di fila, lo stesso spettacolo visto nel 2010 e nel 2011. Alle loro spalle, outsider di lusso, Gloucester e Northampton Saints, alla disperata ricerca del colpaccio, con Bath a fare da quinta incomoda. E, a leggere i pareri di opinionisti e scommettitori, la corsa al titolo inglese 2012 si chiude qui.
Attardate le altre londinesi, con London Irish poco convincenti, Wasps sempre incompiuti e Harlequins forse alla fine di un ciclo. Potrebbero essere la sorpresa i Sale Sharks, molto rinnovati, mentre si giocheranno la parte bassa del tabellone Exeter, i neopromossi Worcester Warriors e i Newcastle Falcons, i più accreditati alla retrocessione. 

I Video di Blogo