Guida minima alla Mountain Bike 1: il down-hill

Iniziamo una rapida escursione sul mondo della Mountain Bike, con la categoria più tecnica, la Mountain bike da discesa. Per una descrizione più dettagliata di ciascun elemento guardate qui. La disciplina del down-hill, informazioni e competizioni sul sito della Federciclismo, è appassionante ma sconsigliata ai neofiti poichè richiede grandi abilità tecniche oltre che un’attrezzatura tecnica

Iniziamo una rapida escursione sul mondo della Mountain Bike, con la categoria più tecnica, la Mountain bike da discesa. Per una descrizione più dettagliata di ciascun elemento guardate qui.

La disciplina del down-hill, informazioni e competizioni sul sito della Federciclismo, è appassionante ma sconsigliata ai neofiti poichè richiede grandi abilità tecniche oltre che un’attrezzatura tecnica adeguata. Le grandi velocità raggiunte su terreni accidentati sono ottenute per effetto della gravità piuttosto che dall’uso dei pedali, perciò si rende necessario avere un telaio molto resistente piuttosto che leggero, bisogna quindi fare molta attenzione ai materiali scelti.

Il baricentro deve essere piuttosto basso, per permettere un maggiore controllo dell’equilibrio. Fondamentali anche i freni, devono resistere a grandi sollecitazioni ed essere molto efficaci, fra i più indicati sono quelli a disco. Le sollecitazioni sono molto forti ed è altamente consigliato scegliere ammortizzatori morbidi su entrambe le forcelle in modo da scaricare le braccia e le gambe dai contraccolpi che potrebbero compromettere la sicurezza del rider.

Ultimo ma fondamentale accorgimento sono gli strumenti si sicurezza passivi per il ciclista. Il casco è fondamentale, ma anche una armatura per il corpo, simile a quella da motociclista ma più leggera, è d’obbligo per scongiurare gravi danni in caso di potenziali cadute.