Satira: non spariamo “castate”

Il premier si diverte. Canta con i dipendenti di Palazzo Chigi, gira in elicottero portandosi dietro attaccato un gigantesco pupazzo con la sua faccia e il vestito di Superman, chiede agli italiani di spendere e consumare con ottimismo. “La sua conferenza di fine anno – dicono dal Pd – sembra un videogioco”. N’intendo (nulla) Veltroni

di ulisse

Il premier si diverte. Canta con i dipendenti di Palazzo Chigi, gira in elicottero portandosi dietro attaccato un gigantesco pupazzo con la sua faccia e il vestito di Superman, chiede agli italiani di spendere e consumare con ottimismo. “La sua conferenza di fine anno – dicono dal Pd – sembra un videogioco”. N’intendo (nulla)

Veltroni esce dall’angolo dopo la Direzione del Partito democratico e va all’attacco del premier: “Governa da otto anni. Dunque è il primo responsabile dei problemi del Paese”. Ottavo anno? No, ottavo nano

Visco veniva chiamato ‘Dracula’, vampiro dei contribuenti. Adesso Bersani dice di voler arrivare a un Pd plasmato sul modello Avis: i Ds farebbero i globuli rossi e i cattolici i globuli bianchi. Ottima soluzione per un partito esangue. I cittadini, però, sono già svenati da tempo. Il sangue dei vinti

Lo stesso Bersani parla della crisi economica e a ‘Repubblica’ spiega: “La mia preoccupazione più grossa oggi è questa: essere lì, accanto a quel precario che resta disoccupato”. Ma come?! Si diceva che fosse più vicino a D’Alema e ora vuole stare con Veltroni?! Lehman Blues Brothers

I Video di Blogo