Omicidio-suicidio a Quarto: Antonio Olla uccide la moglie e si toglie la vita, “Abbiate pietà di me ma non di quella arpia”

I cadaveri dei coniugi Antonio Olla, 82 anni, e Teresa Pacetti, 75, sono stati scoperti ieri a Quarto, in via Schiaffino, ma la morte sarebbe avvenuta qualche giorno fa.Secondo le prime ricostruzione, si è trattato di un caso di omicidio-suicidio: i rapporti tra i due si erano deteriorati qualche anno fa, ma avevano comunque deciso


I cadaveri dei coniugi Antonio Olla, 82 anni, e Teresa Pacetti, 75, sono stati scoperti ieri a Quarto, in via Schiaffino, ma la morte sarebbe avvenuta qualche giorno fa.

Secondo le prime ricostruzione, si è trattato di un caso di omicidio-suicidio: i rapporti tra i due si erano deteriorati qualche anno fa, ma avevano comunque deciso di continuare a vivere sotto lo stesso tetto, da separati in casa.

Qualche giorno fa l’ennesimo alterco, che questa volta si è concluso in tragedia, come riporta Il Giornale:

L’anziano, al culmine di una lite furibonda, ha preso il primo oggetto a portata di mano, in questo caso il pesante filtro della macchinetta casalinga per il caffè espresso, ed ha colpito in modo letale la convivente, che è crollata sul pavimento


Subito dopo Olla è tornato in camera da letto, si è infilato in bocca il tubo del gas e si è avvolto la testa con un sacchetto di plastica, morendo nel giro di pochi minuti.

A dare l’allarme è stato il figlio di Olla, che non riusciva a rintracciare l’uomo. Sul posto è stato rinvenuto un biglietto, scritto dall’uomo prima di uccidersi: “Abbiate pietà di me ma non di quella arpia“.

Via | Il Giornale