Napoli: Renato Valboa uccide la compagna a colpi d’ascia, nel 2002 cercò di uccidere l’ex moglie

Una donna di 35 anni è stata uccisa a colpi d’ascia e a coltellate dal suo compagno, Renato Valboa, 43 anni, in una casa del quartiere Camaldoli a Napoli. L’uomo, non nuovo ad episodi di violenza, dopo l’omicidio ha atteso l’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri accovacciato accanto al cadavere della donna in stato confusionale. La

di remar


Una donna di 35 anni è stata uccisa a colpi d’ascia e a coltellate dal suo compagno, Renato Valboa, 43 anni, in una casa del quartiere Camaldoli a Napoli. L’uomo, non nuovo ad episodi di violenza, dopo l’omicidio ha atteso l’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri accovacciato accanto al cadavere della donna in stato confusionale.

La furia omicida si è scatenata nel corso di una lite. In passato Valboa era stato ricoverato in una struttura psichiatrica. L’anno scorso era stato denunciato dalla donna che oggi ha ucciso per lesioni gravissime.

E nel 2002 il 43enne aveva tentato di uccidere già la sua ex moglie, sempre con armi da taglio. Tentativo fallito solo perchè la lama del coltello usato da Valboa per colpirla si spezzò nell’addome della donna.

Foto | Il Mattino

I Video di Blogo