Salvatore Margiotta, Alba Parietti, il Partito democratico e la legge di Murphy

Secondo la celebre legge di Murphy Se qualcosa può andare male, lo farà. E forse questo dovrebbe essere il motto da stampare, in bella vista, sotto il logo tricolore del Partito democratico, vista l’infausta catena di eventi che si stanno abbattendo su Walter Veltroni e la sua fragile creatura. Qualche giorno fa avevamo citato la


Secondo la celebre legge di Murphy Se qualcosa può andare male, lo farà. E forse questo dovrebbe essere il motto da stampare, in bella vista, sotto il logo tricolore del Partito democratico, vista l’infausta catena di eventi che si stanno abbattendo su Walter Veltroni e la sua fragile creatura.

Qualche giorno fa avevamo citato la copertina dell’Espresso dedicata alle inchieste che coinvolgono gli uomini del Pd a tutte le latitudini, e già sembrava una situazione piuttosto grave.

Oggi, sfogliando le pagina virtuali dei principali siti di informazione, ci si rende conto che al peggio non c’è mai fine o, se preferite, che una volta toccato il fondo si può davvero iniziare a scavare.

Non credo esistano altri commenti alla catena di sventure collezionata dal partito erede di Ds e Margherita: ad una sconfitta epocale in Abruzzo (dopo aver subito l’onta di una Giunta caduta in seguito all’arresto del presidente) e all’arresto del segretario regionale nonché sindaco di Pescara si sono sommati la richiesta di arresti domiciliari per il deputato Pd Salvatore Margiotta e la disponibilità manifestata da Alba Parietti a candidarsi alle primarie.

Vediamo chi indovina quale sarà la prossima disgrazia (politica, ovviamente) che colpirà sui ragazzi del Loft….

I Video di Blogo