Sposa a 11 anni, madre a 12: il tribunale di Brescia ha condannato il giovane consorte e i suoi genitori

Nel luglio dello scorso anno vi avevamo parlato di una bambina serba di 12 che era stata venduta dai genitori ad un 22enne kosovaro residente del bresciano, per circa 17mila euro. La vicenda era emersa quando la piccola si era recata in ospedale per dare alla luce una bimba, frutto di quell’unione. Un “al mio


Nel luglio dello scorso anno vi avevamo parlato di una bambina serba di 12 che era stata venduta dai genitori ad un 22enne kosovaro residente del bresciano, per circa 17mila euro.

La vicenda era emersa quando la piccola si era recata in ospedale per dare alla luce una bimba, frutto di quell’unione. Un “al mio paese di usa così” non era bastato ad evitare l’arresto del 22enne e dei suoi genitori, con l’accusa di riduzione in schiavitù.

Oggi, a distanza di un anno, il Tribunale di Brescia ha condannato, al termine di un processo con rito abbreviato, il 22enne Muhamet I. a scontare una condanna a 5 anni e quattro mesi di reclusione.

Più pesante la sentenza per i due genitori del ragazzo, per i quali il giudice ha deciso ad una condanna a 6 mesi di carcere: per loro l’accusa era di riduzione in schiavitù e violazione della Bossi-Fini, per l’introduzione clandestina della bambina in Italia.

Via | Qui Brescia