Ballarò, puntata 21 aprile 2015

Ballarò, 21 aprile 2015: questa sera la nuova puntata del talk show politico di Rai 3.

[live sid=’live_0′]

AGGIORNA LA DIRETTA

Ballarò, puntata 21 aprile 2015, la diretta

00:00 prima di chiudere Giannini ricorda l’appuntamento dello speciale su Rai 3 con Pierfrancesco Favino per La giornata del libro. Puntata finita.

23:50 Momento sondaggi con Alessandra Ghisleri. Poi spazio alla puntata della web serie satirica Il Candidato il cui titolo stasera è “I giovani”. I “vecchi” dello staff di Piero rottamati da giovani collaboratori.
ballaro diretta 21 aprile 2015 candidato

23:34 Con la piazza infiammata di Caserta Ballarò si trasforma in Quinta Colonna. Operai arrabbiatissimi per i licenziamenti annunciati. Zanetti annuncia che lunedì al Ministero alle 10:30 si cercherà una soluzione: “il governo ha già detto che non accetta questo piano di ristrutturazione della Whirpool”.

23:30 Come vi ho anticipato poco fa, Giletti: “Altro che Berlusconi, questi signori si sono fatti le leggi ad personam e fanno perdere credibilità alla politica. Ho avuto uno scontro con Capanna che apprezzavo quando faceva le barricate e non quando difende un privilegio. Una persona normale non potrebbe avere questa pensione. E’ intollerabile che persone sedute un giorno in Consiglio regionale e si portano a casa 3000 euro netti. Diritto o privilegio? E’ un abuso. E’ chiesto un sacrificio a tutti, agli esodati. La cosa grave è il non capire. Abbiamo operai della Indesit a cui sono chiesti sacrifici, si devono VERGOGNARE!”. Applausi per il conduttore.
ballaro diretta 21 aprile 2015 giletti

23:21 Servizio sui vitalizi. Sicuro s’infiamma Giletti.

23:15 De Magistris: “Tagli agli enti locali significano strade dissestate, servizio pubblico, edilizia scolastica cronaca di questi giorni. Come si mantengono i servizi pubblici essenziali? Questo Governo è in linea con i tre precedenti, ma ha tagliato ancora di più i diritti con il Jobs Act e con questi tagli. Il vero tesoretto ce l’hanno evasori e corrotti. Siccome noi sindaci siamo in mezzo alla strada siamo profondamente delusi: non si taglia ai cittadini di Nord e Sud, ma ai cittadini”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 de magistris

23:10 Servizio sui tagli al trasporto pubblico locale.

23:00 Ultima ora (interminabile) di trasmissione con i temi economici. Le novità del fisco in un servizio. Poi in studio si aggiungono agli ospiti il Sottosegretario Zanetti e Carmelo Barbagallo della UIL. Zanetti: “Non è che ci sono dei soldi in più, abbiamo una situazione per la quale il rapporto tra deficit e Pil è un po’ migliore, dal 2.5 al 2.6. Da qui deriva quello 0,1 (1 miliardo e 600). Spazio di flessibilità in più conquistato anche grazie alla credibilità di questo Governo in Europa. L’essere timidi a come utilizzarlo no, non è tempo di chiudere i rubinetti, ma di fare manovre espansive”. Barbagallo: “Sono soldi virtuali, perciò hanno detto di volerli dare ai poveri”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 zanetti

22:57 Ultima ora (interminabile) di trasmissione con i temi economici. Le novità del fisco in un servizio.

22:47 Fedriga si sente in minoranza nel contraddittorio.

22:43 Il dibattito sul tema prosegue con la solita demagogia con la De Gregorio che stuzzica Giletti, invitandolo a esporre la sua soluzione, e Fedriga, sottolineandogli che gli scafisti non si mettono a studiare la normativa dei Paesi in cui sbarcare. De Magistris: “Noi sindaci dobbiamo attrezzare una serie di centri che accoglierà tutta l’ondata di immigrati irregolari. Nella mia città, anche senza soldi, li accoglieremo come fossero nostri fratelli”. Giletti: “Non ci si può basare sempre sul buon cuore degli italiani”.

22:25 Il Ministro Affari Esteri Paolo Gentiloni: “Il fatto che si faccia un vertice straordinario dell’Unione su un tema specifico è un buon segno. L’Europa aveva coscienza addormentata. Ieri ne ho parlato agli altri Ministri ne va della nostra reputazione. Qualcosa si è mosso. Cosa si può fare? Bombardamenti a casaccio non ne farei. Una cosa da fare è quella di fare azioni mirate contro gli scafisti. Parliamo di soccorsi, ma anche se le navi sono lì, con le condizioni imposte dai scafisti non c’è soccorso che tenga. Mi sto occupando di creare consenso a livello europeo. Blocco navale? Ma che è sto’ blocco navale? Mai parlato, espressione suggestiva che può voler dire 2 cose: o mettere una catena di navi davanti le coste della Libia e non si può fare né giuridicamente né umanamente, o che mettiamo navi taxi che portano i migranti in Sicilia. Parliamo di cose serie. Non vogliamo rinunciare alle norme di Dublino, ma possiamo non farcela ad identificare tutti questi migranti e distinguere tra i richiedenti asilo politico e quelli per ragioni economiche e l’Europa deve collaborare”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 gentiloni

22:17 Carlotta Sami di UNHCR: “Il blocco navale di cui sento parlare è un’ipotesi controversa, estremamente complessa”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 sami

22:13 Ravetto: “La solidarietà è fondamentale, ma l’ipocrisia non va bene. Non è un’emergenza, va avanti da tempo” e giù con una serie di dati. “Soluzioni? Corridoi umanitari. Bisogna che non solo l’Italia, ma anche gli altri Paesi se ne facciano carico”. Giletti: “Basta non comprare più petrolio dai libici”.

22:09 De Magistris: “La prima urgenza è che l’Europa se ne faccia carico. Poi c’è un tema che preoccupa noi sindaci che attiene all’accoglienza, ma il governo parla di tagli e quindi non ci sono le risorse per accogliere queste persone. I migranti non solo pagano per sfuggire, ma finché non pagano il debito le loro famiglie restano sequestrate dai trafficanti. Serve quindi anche un’operazione di polizia internazionale. Dobbiamo aiutare queste persone a restare nelle loro terre, deve cambiare la cooperazione internazionale. Il semestre italiano in Europa non ha prodotto niente di nuovo”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 de magistris

21:59 Servizio sui migranti “sopravvissuti” agli sbarchi e sistemati nei centri d’accoglienza di Crotone. Rientrati in studio, Fedriga: “La De Gregorio fa un ragionamento folle, accogliere tutto il mondo. La realtà è quella di criticare l’azione inadeguata del Governo. Ci è stato detto che siamo razzisti, xenofobi e cattivi. Quando c’è stata la tragedia di Lampedusa solo proclami. Bisogna criticare, anche in modo duro”. Clip di un intervento abominevole in Radio Padania: il radioascoltatore parlava di “animali e “bastardi”. Giannini contesta il linguaggio: “Voi fate i trafficanti di voti”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 lega

21:54 La Fagnani chiede la linea da Caserta dove la protesta dei lavoratori Whirpool di Caserta sta degenerando. Due operai sono saliti su un traliccio per protestare contro la chiusura dello stabilimento di Caserta.
ballaro diretta 21 aprile 2015 operai

21:50 Kyenge: “Non mi nascondo, c’è responsabilità della politica e dell’Europa. Qualcosa si muove, spero davvero sia la volta buona e che nessuno si tiri indietro.
ballaro diretta 21 aprile 2015 kyenge

21:45 In collegamento da Catania si racconta la tragedia e un servizio ripercorre il recupero dei corpi e l’arrivo a Malta. Le salmen vengono numerate. Morti senza nomi, ma numeri.

21:36 Concita De Gregorio: “E’ un fatto che riguarda il mondo, non c’è possibilità di fare una legge più efficace o meno. Il mondo è uno, non ci sono più confini. Non si possono respingere queste persone, che merito abbiamo noi per respingere una persona che viene da Aleppo o Damasco. La mia sorte poteva essere quella”. Giletti comincia con il suo solito piglio populista ‘strappaapplausi’: “Non sono d’accordo quando dice che le persone che sono qui non sono responsabili. Lo sono, noi li deleghiamo anche per agire in Europa. Il Papa si è inginocchiato e ha chiesto mai più tragedie. Mussolini pure voleva 300 morti per sedersi al tavolo della pace”. De Gregorio: “Non facciamo demagogia, dico solo che questa tragedia non deve strumentalizzata da Renzi o Salvini”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 giletti de gregorio

21:26 Giannini introduce il tema di stretta attualità della strage nel Canale di Sicilia: “Siamo tutti coinvolti, anche e soprattutto l’Europa”. Poi presentazione ospiti: Kyenge, De Gregorio, De Magistris, Fedriga, Ravetto, Giletti. Come sempre, però, si comincia con la copertina di Alessandro Poggi che tratta, tra le altre cose, l’agitazione dei lavoratori Indesit che hanno incontrato Renzi e il solito onnipresente Matteo Salvini che parla di “invasione”.
ballaro diretta 21 aprile 2015 copertina salvini

21:18 Lorenzoni (da applausi): “Sentire queste cose fa amarezza. Ma non voglio giudicare questi ragazzi, ma quelli che non hanno saputo insegnare loro. Un popolo che non ricorda il suo passato può ricadere nell’errore. A questi ragazzi, in tanti sono disoccupati, dico ‘Coraggio’ “. Poi la password del politologo Ilvo Diamanti che, questa settimana, è TIFO.

21:15 Risposte dai giovani da far accapponare la pelle. Molti non sanno cosa ricorre il 25 aprile, altri “Non volevo essere liberato”.

21:07 Massimo Giannini: “Stasera niente editoriale. Parola al partigiano Umberto Lorenzoni, nome di battaglia Eros”. Un racconto toccante dell’esperienza della guerra e della Liberazione vissuta sulla propria pelle: una mano deformata da una detonazione. “Perché l’ho fatto? Mio padre era antifascista e sono cresciuto a latte e antifascismo. E’ stato facile scegliere per me” dice Lorenzoni. Poi servizio di Eva Giovagnini sulla percezione del 25 aprile oggi, tra i giovani.
ballaro diretta 21 aprile 2015 partigiano

Ballarò, 21 aprile 2015, anticipaazioni puntata

Stasera, su Rai 3 alle 21:05, andrà in onda la trentesima puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico condotto da Massimo Giannini. Vediamo quali saranno i temi e gli ospiti di questa nuova puntata.

Ballarò, 21 aprile 2015, temi della puntata

    La risposta dell’Italia e dell’Europa di fronte alla continua emergenza migranti, dopo la tragedia nel Canale di Sicilia e le continue ondate di sbarchi. Le ricadute sui Comuni e Regioni, già alle prese con i tagli, e quelle sui servizi ai cittadini. Le nuove misure sul fisco e le questioni aperte sul lavoro.

Questi i temi della puntata che non poteva prescindere dall’occuparsi della tragedia nel Canale di Sicilia che ha causato 700 morti. Ma, come di consueto, nella seconda parte del programma spazio per l’analisi dell’economia e degli interventi del Governo Renzi.

Ballarò, 21 aprile 2015, ospiti della puntata

Ospiti del programma, tra gli altri, il Ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’ex Ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, l’On. Massimiliano Fedriga (Lega Nord), il sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti, Segretario generale della UIL Carmelo Barbagallo, il conduttore televisivo Massimo Giletti e la giornalista Concita De Gregorio.
Nel corso della puntata il conduttore Massimo Giannini intervisterà il fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari.

ballaro 20 gennaio 2015 massimo giletti

Ballarò, 21 aprile 2015, Il Candidato

Come tutte le settimane alle 23:50, in chiusura di puntata, Filippo Timi sarà protagonista di un nuovo episodio della web serie satirica “Il Candidato” incentrata sulle vicende del candidato Piero Zucca, intitolato “I giovani”.

Ballaro puntata 14aprile 2015 candidato

Ballarò, puntata 21 aprile 2015: come seguirlo in Tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, puntata 21 aprile 2015: come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull’account Twitter oltre che commentare usando l’hashtag #ballarò.

I Video di Blogo.it