RWC 2011 – In Giappone il doping ci fa un baffo!

Ryohei Yamanaka, mediano d’apertura giapponese, non ci sarà ai prossimi Mondiali di rugby in programma a settembre. A fermare il numero 10 del Sol Levante una probabile squalifica per doping, dopo che è stato trovato positivo a uno steroide. Preso, così almeno afferma il suo coach John Kirwan, a causa di una crema per la

Ryohei Yamanaka, mediano d’apertura giapponese, non ci sarà ai prossimi Mondiali di rugby in programma a settembre. A fermare il numero 10 del Sol Levante una probabile squalifica per doping, dopo che è stato trovato positivo a uno steroide. Preso, così almeno afferma il suo coach John Kirwan, a causa di una crema per la crescita dei capelli. Già, perché Yamanaka voleva farsi crescere un paio di bei baffi!

“Ha preso una crema per la crescita dei capelli per cercare di farsi crescere i baffi – ha dichiarato Kirwan alla Reuters. Da quel che abbiamo capito lo ha usato e questa conteneva degli steroidi, anche se il ragazzo non lo sapeva. Ora verrà squalificato e ci mette in difficoltà, visto che volevamo andare all’RWC con tre aperture. Sarà fortunato se verrà sospeso sei mesi, ma temo gli daranno due anni”.
Yamanaka, invece, di anni ne ha 22 e la positività agli steroidi gli è stata riscontrata alla fine di un match dell’Asian Five Nations a Hong Kong il mese scorso. Beh, dalle creme vaginali dei calciatori italici a quelle per i baffi dei rugbisti orientali… il doping scopre sempre nuove frontiere. Dell’assurdo.