Super 15 – Playoff di rigore

La Sanzar ha deciso: i playoff di Super 15 si decideranno ai “rigori”. Dopo qualche oradi camera di consiglio – una formalità – gli organi di governo del campionato downunder hanno rielaborato le modalità di assegnazione della vittoria in caso di pareggio delle squadre, rendendo pubblico il nuovo regolamento che strizza un po’ l’occhio al

La Sanzar ha deciso: i playoff di Super 15 si decideranno ai “rigori”. Dopo qualche oradi camera di consiglio – una formalità – gli organi di governo del campionato downunder hanno rielaborato le modalità di assegnazione della vittoria in caso di pareggio delle squadre, rendendo pubblico il nuovo regolamento che strizza un po’ l’occhio al fare della palla tonda. Ce ne parla Stefania Mattera.

Il comunicato è giunto all’ora di cena in Nuova Zelanda e regolamenterà tutte le partite in programma nei playoff di Super 15, che inizieranno questo fine settimana. Il nuovo ordinamento dice che le squadre che terminano in parità il tempo regolare devono giocare due tempi supplementari di 10 minuti, più un altro periodo di 10 minuti nel caso il punteggio dovesse essere ancora pari. Come il golden gol del calcio, in questa ultima fetta di gara vale la regola per cui chi prima sblocca il risultato vince la partita. Qualora i tre tempi supplementari non bastino a sbloccare la situazione di parità, siricorrerebbe ai “rigori”, ossia ai calci dalla piazzola. Le squadre dovranno nominare cinque calciatori che si cimenteranno in calci dai 22 e dai 15 metri. Ovviamente, la spunta la squadra più precisa.
La Sanzar fa sapere che questa modifica al regolamento è mirata a migliorare le performance sportive e ad aumentare il divertimento degli spettatori; precedentemente in caso di punteggio pari dopo i tempi supplementari la vittoria veniva considerata “condivisa”.
Ultimamente, un caso di parità tra squadre si era verificato proprio a casa nostra durante la finale di campionato Under 18, e il parapiglia riguardo alla prosecuzione della partita in caso di persistente parità delle due squadre ha causato non poca fibrillazione sugli spalti e nelle panchine. Dubitiamo che la Sanzar sia venuta a conoscenza dell’italico qui pro quo, ma di certo la scelta di comunicare a mezzo stampa le modifiche al regolamento toglie dal dubbio ogni improbabile eventualità.