Virus – Il contagio delle idee | Puntata 16 aprile 2015

Virus | La puntata del 16 aprile 2015.

23:54 la puntata di stasera termina qui.

23:51 Nicola Porro intervista Alessandro Benetton: “Dopo una formazione anglosassone, ho sentito l’esigenza di fare qualcosa da solo, di misurarmi con le mie capacità. Ho dato anche il mio contributo all’azienda di famiglia, per esempio in Formula 1. E’ fondamentale per i giovani entrare in contatto con il mondo del lavoro il prima possibile. Le imprese avrebbero modo di conoscere le nuove generazioni. Quando siamo entrati in PittaRosso, abbiamo raddoppiato i dipendenti. In Italia, abbiamo vissuto un periodo fortunatissimo nel dopoguerra. Poi ci sono stati momenti di discontinuità in cui serve l’intervento di terzi. Serve una maniera diversa di leggere il mercato in momenti come questi. Gli imprenditori sono molto più disposti a discorsi di questo tipo. Le aziende devono sperimentare e abituarsi a cambiare pelle. Tornare al liceo classico, sarebbe una bella idea per i giovani”.

23:28 inizia la lezione d’arte di Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte parla dei Bronzi di Riace che non verranno portati all’Expo 2015. Sgarbi: “Lo Stato dov’è?”.

virus 16 4 15 6

23:23 Zaia: “Io ho eliminato i vitalizi. Per i politici, basta una pensione sociale”. Emiliano: “Il vero scandalo sono i vitalizi del passato”. Parte un servizio dedicato alle piccole opere in Italia e a come vengono spesi i soldi. Zaia: “In caso di errori, bisogna far pagare il conto a qualcuno”. Emiliano: “E’ più facile trovare i ladri nelle grandi opere”. Zaia: “Il ladro è ladro e si trova ovunque”.

23:14 Serafini: “Maggiori sono le tasse, maggiori sono le probabilità di evasione. Le tasse non bastano. Il debito si crea da quello che spendiamo. Le tasse vanno ridotte. Con le tasse sulla casa, si pensa che verranno colpiti i ricchi e invece vengono colpiti anche le persone qualunque”. In studio, c’è Giorgio Ambrogioni: “C’è un accanimento terapeutico nei confronti dei pensionati medio-alti che è ingiustificato. L’unico intervento che vada fatto è introdurre elementi di flessibilità. E’ impensabile che le aziende ti tengano fino a 67-68 anni”.

23:07 Emiliano: “Renzi si è trovato quella legge e non ha potuto toglierla”. Zaia: “Gli 80 euro si sono tradotti nella Tasi e nell’aumento dell’Iva. Le entrate sono maggiori delle uscite”. Emiliano: “Renzi ha diminuito la pressione fiscale”. Zaia e Tramontano: “Non è vero”. Zaia: “Questa maggioranza governa dal 2012, non tiratevi fuori”. Parte un servizio dedicato alle tasse.

virus 16 4 15 5

23:02 Tramontano: “Arriveremo ad una guerra tra poveri. Tutti stanno sottovalutando questo. Ci sono italiani disperati che non vengono presi in considerazione e messi in secondo piano rispetto agli immigrati. Questo paese sta morendo di immigrazione e di tasse. E’ un paese alla deriva”. Emiliano: “Queste sono sparate elettorali. La gente voterà chi risolve i problemi e non chi li elenca. Il pastrocchio sull’Imu lo creò Monti. Berlusconi voleva Monti come leader della destra. Renzi deve venir fuori da questi problemi creati all’epoca”.

22:54 Emiliano: “La seconda accoglienza è una funzione dello stato centrale”. Zaia: “In Veneto, oltre 40mila immigrati non lavorano e non abbiamo più strutture. Vanno aiutati a casa loro, non buttiamo nessuno a mare”. Emiliano: “Riportarli a casa costa un patrimonio”. Zaia: “Il vantaggio è per le cooperative e per le fondazioni”. Emiliano: “Anche gli italiani campano bene con i migranti”. Va in onda un servizio dedicato alla storia di un imprenditore e dell’Imu del suo capannone.

22:49 in collegamento, c’è Elisa Serafini: “Quando l’immigrazione diventa un problema sociale, bisogna intervenire. In tanti paesi del mondo, i paesi concedono un visto per cercare lavoro. Ciò in Italia non sarebbe impossibile ma riguarda immigrati che non vengono da zone di guerra. Gli Usa e gli Australia regolano i flussi di immigrati per questioni di sicurezza. Se i soldi delle tasse finiscono agli immigrati, è ovvio che c’è indignazione”.

virus 16 4 15 4

22:46 va in onda un servizio dedicato alla sicurezza nelle città collegata agli immigrati, in questo caso nella città di Bari. Emiliano: “Villa Roth non verrà messa a posto solo per gli immigrati ma anche per le emergenze abitative degli italiani”. Zaia: “Le case, però, vanno sempre a finire ai rom e agli immigrati e gli italiani restano sulla strada. I profughi avranno tutti i diritti e gli italiani diventeranno dei profughi”.

22:34 Tramontano: “Emiliano che parla di guerra santa però è un passo avanti visto che il PD ha sempre negato motivazioni religiose”. Emiliano: “Faremo un errore enorme se noi relegassimo tutti i musulmani all’Isis”. Tramontano: “Voi avete anche lasciato solo il Papa per paura di offendere la Turchia”.

22:29 Porro elenca una serie di spese alte del Parlamento Europeo. Zaia: “L’Italia ha erogato per l’Europa 135 miliardi. L’Europa ha restituito 35 miliardi”. Tramontano: “Il ministro si deve chiedere perché l’Italia è stata lasciata sola. Siamo stati lasciati soli perché non valiamo nulla. L’immigrazione è un grandissimo affare, anzi un malaffare. C’è molta mangiatoia intorno agli immigrati”. Emiliano: “C’è qualcuno che pensa che si possa fare un blocco navale. E’ ingestibile”. Tramontano: “In Libia, però, si può andare”.

virus 16 4 15 3

22:22 Emiliano: “L’Europa non ha una politica estera e non riesce a contrastare, insieme all’America, questa guerra santa. Il problema è come si fa ad attaccare quello stato. Non si deve strumentalizzare ciò che sta avvenendo nel Mediterraneo. E’ una storia molto più grave”. Zaia: “Noi non abbiamo gioito quando c’è stata la Primavera Araba. Il governo Berlusconi chiuse accordi con Gheddafi. Ci furono critiche ma in Libia furono costruiti i campi”.

22:18 va in onda un servizio dedicato all’immigrazione negli altri paesi europei. Pinotti: “L’Italia è sovraccaricata. Anche l’Onu ha detto che l’Italia è sola. Quello che sta avvenendo in Africa non è solo un problema italiano. L’Europa non può riguardare soltanto la questione finanziaria. Il Governo ha detto queste cose in Europa con decisione e oggi esiste una missione europea che rimane comunque non sufficiente”. Zaia: “Quali risultati abbiamo ottenuto durante il semestre europeo?”. Pinotti: “Adesso c’è una missione europea che prima non c’era. L’Europa deve cambiare le regole”.

22:06 Zaia: “I 180mila profughi che sono venuti l’anno scorso sono tutte brave persone?”. Pinotti: “Io non ho mai escluso la possibilità di infiltrazioni terroristiche. Oggi, però, non abbiamo prove di questo”. Zaia: “Questi sono organizzati e stiamo trascurando questo aspetto”. Emiliano: “In Libia, i ragazzi andranno a rischiare la vita. Zaia, non giocare sugli interventi armati che sono una cosa seria!”. Pinotti: “Mare Sicuro è diverso da Mare Nostrum. Mare Nostrum non c’è più. Mare Sicuro si occupa di sicurezza dei mari. Ha un’altra missione”.

virus 16 4 15 2

22:02 in collegamento, c’è Salvatore Tramontano: “Le infiltrazioni terroristiche negli sbarchi sono ipotesi molto probabili. Da italiano, mi sento indifeso, mi sento quasi preso in giro. Gli immigrati vengono qui perché noi siamo aperti, siamo il paese del buonismo e del politicamente corretto”. Pinotti: “Bisogna mettere un limite alla propaganda. Io ho parlato di una missione anti-Isis in cui l’Italia ha un impegno. Ho parlato di Mare Sicuro, non ho parlato di accoglienza”.

21:57 Zaia: “I video dell’Isis vanno mandati in onda a tutte le ore. Tra gli immigrati, ci potrebbero essere combattenti Isis e l’Italia non ha nessuna garanzia. Noi dobbiamo aiutarli nei loro paesi”. Emiliano: “Non stanno scappando per fame. Stanno scappando per la guerra”. Va in onda un servizio dedicato alle dichiarazioni di Laura Boldrini sulle vittime del Mediterraneo.

21:52 Pinotti: “Questa rappresentazione dell’islamismo colpisce soprattutto i musulmani che vogliono rispettare i diritti civili. L’Italia ha preso misure militari e fa parte di una coalizione contro l’Isis. L’Isis si sta infiltrando in Libia. La coalizione anti-Isis può essere estesa anche in paese dove l’Isis si sta espandendo. L’Italia non partecipa da sola a questa coalizione. Ci sono oltre 60 paesi. L’Italia potrebbe dare un apporto significativo a questa coalizione”.

virus 16 4 15 1

21:41 Zaia: “Siamo di fronte ad un esodo biblico”. Emiliano: “C’è una guerra santa in corso. Uno stato islamico si è costituito. E’ successo mille volte nella storia”.

21:37 in studio, ci sono Zaia ed Emiliano. In collegamento, c’è la Pinotti. Sempre in collegamento, c’è anche Luca Rosini da Palermo, davanti alla Questura. Durante uno degli sbarchi, alcuni immigrati di religione cristiana sono stati buttati a mare. Pinotti: “C’è una tensione religiosa in Africa. Tante persone stanno scappando da situazioni di morte. Tante persone vengono uccise perché sono cristiane. Tutto fa parte di una strategia del terrore, di un fondamentalismo che non accetta nessun’altra diversità. E’ una minaccia che sta arrivando anche in Italia”.

21:31 inizio trasmissione. La puntata si apre con un servizio dedicato all’immigrazione. L’editoriale di Nicola Porro: “I 180mila immigrati che sono venuti in Italia cosa mangiano? Dove vanno? Come si chiamano? Farsi queste domande significa essere razzisti? Come possiamo risolvere questo problema forse più grande di noi?”.

Virus – Il contagio delle idee | Puntata 16 aprile 2015 | In diretta dalle ore 21:10

virus 9 4 15 1

Virus – Il contagio delle idee è un programma d’approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:10, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre ai consueti dibattiti con gli ospiti in studio e in collegamento, è composto dalle consuete rubriche: il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, la lezione d’arte con Vittorio Sgarbi e la classica intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 16 aprile 2015

Il titolo della puntata di questa sera è il seguente: La grande paura.

E’ ricominciata la stagione degli sbarchi e i centri di accoglienza sono già al collasso. Il Viminale ha chiesto alloggi alle regioni mentre la Lega si sta preparando ad occupare alberghi e scuole da requisire. La grande paura, però, riguarda anche la sicurezza di strade e case e il peso delle tasse su famiglie e imprese.

In studio, ne parleranno il governatore del Veneto, Luca Zaia, e il candidato del Partito democratico alla Regione Puglia, Michele Emiliano.

In collegamento, ci saranno anche il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e la blogger Elisa Serafini, sostenitrice del Tea Party Italia.

L’intervista finale di Nicola Porro sarà ad Alessandro Benetton.

Virus | Rai 2 | Dove vederlo

Virus – Il contagio delle idee va in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:10.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

La puntata di questa sera sarà disponibile anche su Periscope.

Virus | Rai 2 | Second Screen

Il programma di Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus – Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati in puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia