Churchill Cup – Italia terza, battute le Tonga

Con la miglior prestazione fatta vedere nel torneo, l’Italia “A” di Gianluca Guidi e Giampiero De Carli ha superato Tonga 27-18 oggi al Sixways Stadium di Worcester, conquistando il terzo posto e il Plate della Churchill Cup.Dopo la sconfitta inaugurale contro il Canada e la prestazione solo a tratti convincente contro la Russia, la seconda

Con la miglior prestazione fatta vedere nel torneo, l’Italia “A” di Gianluca Guidi e Giampiero De Carli ha superato Tonga 27-18 oggi al Sixways Stadium di Worcester, conquistando il terzo posto e il Plate della Churchill Cup.

Dopo la sconfitta inaugurale contro il Canada e la prestazione solo a tratti convincente contro la Russia, la seconda rappresentativa italiana ha messo in campo una prova di qualità contro la squadra del Sud Pacifico, rimanendo sempre in controllo del match dopo aver aperto le marcature dopo pochi minuti di gioco con una meta dell’apertura Bocchino.
Un solo, lieve appannamento nella fase centrale del secondo tempo quando Tonga, sotto per 20-3 dopo una bella meta messa a segno da Andrea Pratichetti a conclusione di una veloce manovra al largo, è riuscita a sfruttare l’abilità individuale dell’ala Iongi e qualche fallo di troppo degli italiani per ricucire sino al 20-11.
Al trentatreesimo della ripresa è però arrivata la meta di recupero dell’ala Venditti, tra i migliori in campo per l’Italia insieme a D’Apice – man of the match della finalina – che ha chiuso il match facendo allungare Bortolami e compagni sino al 27-11 prima della meta, bella ma inutile, con cui l’estremo tongano Malupo ha fissato lo score sul 27-18 allo scadere.
“Oggi abbiamo fatto vedere un buon rugby, io e Giampiero siamo orgogliosi di quello che la squadra ha messo in campo oggi, credo che più di un giocatore oggi abbia staccato il biglietto per i Mondiali neozelandesi di settembre. Sono felice soprattutto per quello che hanno fatto vedere i giovani, da Esposito a Petillo, da Furno a D’Apice sino a Venditti, Andrea Pratichetti e altri ancora. E’ un segnale importante, vuol dire che il progetto che sta dietro a questi ragazzi funziona: dopo il Canada ci eravamo messi da soli in una brutta situazione, siamo fieri di questa squadra che con le proprie forze ha saputo uscire dalle difficoltà e prendersi la rivincita della sconfitta autunnale a Biella contro un XV tongano che ha usato la Churchill Cup per preparare i Mondiali” ha dichiarato a fine gara il tecnico dell’Italia “A” Gianluca Guidi.
Nota a margine: l’assenza di Mauro Bergamasco era motivata dal fatto che oggi si sposava suo fratelli Mirco. 

Worcester, Sixways Stadium – sabato 18 giugno
Churchill Cup – Finale Plate
Italia “A” v Tonga 27-18
Marcatori: p.t. 2′ m. Bocchino tr. Tebaldi (7-0); 6′ cp. Paea (7-3); 20′ cp. Tebaldi (10-3); s.t. 3′ cp. Tebaldi (13-3); 10′ m. Pratichetti A. tr. Tebaldi (20-3); 13′ m. Iongi (20-8); 28′ cp. Morath (20-11); 33′ m. Venditti tr. Tebaldi (27-11); 40′ m. Malupo tr. Morath (27-18)
Italia “A”: Gerber (26′ st. Trevisan); Venditti, Pratichetti A., Pratichetti M., Esposito (24′ st. Toniolatti); Bocchino, Tebaldi; Vosawai, Minto, Petillo (24′ st. Bernabò); Bortolami (cap, 34′ st. Belardo), Furno; Staibano (1′ st. Chistolini), D’Apice (34′ st. Manici), Aguero (15′ st. De Marchi Al.)
Tonga: Malupo; Helu, Hufanga, Sili (13′ st. Morath), Iongi; Paea, Havea; Mapakaitolo (28′ pt. Ula), Kaho, Timani; Kauhenga, Afu; Pulu, Halangahu (34′ st. Telefoni), Fainga’anuku
arb. Owens (Galles)
Man of the match: D’Apice (Italia)

I Video di Blogo