Leonardo Notarbartolo: il ladro del secolo fermato a Quarto Oggiaro

Di Leonardo Notarbartolo avevamo scritto in passato: lui era stato la mente del colpo del secolo, riuscendo a portare via dal World Diamond Center di Anversa, diamanti per una cifra compresa tra i 150 e i 200 milioni di dollari. Considerando che il WDC dovrebbe essere uno dei luoghi più sicuri del mondo, si tratta


Di Leonardo Notarbartolo avevamo scritto in passato: lui era stato la mente del colpo del secolo, riuscendo a portare via dal World Diamond Center di Anversa, diamanti per una cifra compresa tra i 150 e i 200 milioni di dollari. Considerando che il WDC dovrebbe essere uno dei luoghi più sicuri del mondo, si tratta di un furto storico.

“Sensational heist”, rapina sensazionale, così scriveva Wired ai tempi. E anche noi ne avevamo parlato. Ora Notarbartolo è stato fermato, ma non in Belgio – dove comunque era stato condannato a dieci anni – come si legge su 02blog. Ecco cosa scrive Torino Cronaca riguardo al “Lupin di Giaveno”:

Ma Notarbartolo fu pizzicato, processato e condannato, seppur con formula dubitativa, e scontò i suoi anni di galera. Si professò innocente e, naturalmente, non rivelò mai dove il tesoro fosse nascosto. Tornato in libertà solo da qualche anno, si è rifugiato nella sua Giaveno dove ha condotto, finora, una vita riservata e tranquilla

ma ieri a Quarto Oggiaro, quartiere alla periferia di Milano lo ferma una pattuglia, e gli pizzica in macchina un chiletto di diamanti (e qualche zircone, vai a sapere perchè).

Denunciato a piede libero, Leonardo Notarbartolo è liberissimo: si presume che il bottino scovato nella vettura fosse parte della refurtiva nascosta. Riguardo al furto, ecco cosa spiegava il nostro

Ogni volta che qualcuno entrava in argomento, lui rispondeva: «Tutto quell’oro e quei gioielli erano assicurati, i proprietari non solo non ci hanno rimesso, ma forse ci hanno pure guadagnato»

Non fa una grinza.