Cantone: “Serve una legge sui finanziamenti ai Partiti e alle Fondazioni”

Il Presidente dell’Anac invita a presentare delle norme che rendano trasparenti i meccanismi di finanziamento di partiti, associazioni, fondazioni e cooperative. Ma il Governo e il Parlamento ascolterà la proposta del magistrato?

Raffaele Cantone, il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), ha auspicato che il Parlamento presenti una legge che “renda trasparenti i finanziamenti a partiti, associazioni e fondazioni“. Il magistrato napoletano ne ha parlato a margine di un convegno (“La vigilanza degli appalti pubblici di Expo Milano 2015”) e nella trasmissioni in Mezz’ora su Rai Tre, intervenendo riguardo allo scandalo delle tangenti a Ischia.

Secondo Cantone, “l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti doveva essere l’occasione per stabilire criteri più chiari per i finanziamenti a quei soggetti (cooperative, associazioni, fondazioni ndr.), perché se lasciamo praterie libere rischiamo che anche i finanziamenti leciti possano essere equivocati“.

Come ribadito alla giornalista Lucia Annunziata, uno dei punti nodali a cui i nostri politici dovrebbero mettere mano è “una legge che riguarda i meccanismi di pubblicità dei finanziamenti alle fondazioni, ai partiti, alle associazioni per evitare ogni sorta di strumentalizzazione“. A tale riguardo, ricordiamo che le Fondazioni “politiche” sono organizzazioni non profit e in quanto tali beneficiano di una vasta gamma di agevolazioni fiscali e vantaggi. Tra questi ci sono anche le donazioni e l’anonimato dei benefattori. I bilanci apparentemente sono sempre in regola, le entrate e le uscite fanno pari, ma una più stretta rete di controlli sarebbe opportuna per evitare fenomeni di corruzione.

Ma potrà essere accolta la proposta lanciata da Cantone? Sarà un’impresa ardua, visto che ogni politico influente ha creato una propria fondazione negli ultimi dieci anni.Tanto per citare qualche caso: Matteo Renzi ha fondato Open, Enrico Letta VeDrò, Gaetano Quagliariello Magna Charta, Masimo D’Alema Italianieuropei, Renato Brunetta Free foundation.

Il magistrato napoletano era già intervenuto su altri du temi scottanti, rimanendo inascoltato. Ci stiamo riferendo al rinnovo di concessioni di Autostrade e alla questione degli Ordini Professionali. In entrambe le occasioni, da destra a sinistra (Movimento 5 Stelle escluso), i suggerimenti di Cantone non sono stati sufficientemente sostenuti dalla politica istituzionale.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)