DiMartedì | Puntata 31 marzo 2015

Di Martedì: la puntata del 31 marzo 2015

00.35 Finisce la puntata. Alè.
00.33 Bongiorno: “Le intercettazioni? Sono molto cauta, mi è successo di trovare la prova dell’innocenza del mio cliente in documenti non resi pubblici”.
00.31 Bongiorno: “La legge sulla responsabilità civile dei magistrati non mi convince perché punisce in maniera eccessiva anche i magistrati che sbagliano in buona fede”.
00.29 Bongiorno conferma che chiederà il risarcimento per la detenzione di Sollecito. Per un massimo di 516 mila euro.
00.27 Bongiorno esclude che gli errori siano stati dolosi, altrimenti “avrei fatto una denunzia”: “Le indagini sono state fatte malissimo, troppa fretta”.
00.26 Bongiorno parla degli errori e dei “travisamenti probatori” nel processo Meredith.
00.24 Secondo Cofferati la vicenda D’Alema “è preoccupante” anche per “il rapporto tra imprese e politica, è un esempio non positivo”. Arriva l’avvocato Bongiorno.

00.22 Cofferati: “Le primarie ormai non esistono più, sono snaturate. Spero non saranno rifatte”.
00.20 Cofferati su Landini: “”Vorrei costruire un’associazione culturale-politica e potrebbe coinvolgere anche il suo progetto”. Poi invita ad essere cauto nei giudizi sul jobs act.
00.17 Cofferati ricorda che quando ha lasciato il sindacato non si è impegnato da subito in politica come sindaco di Bologna ma è prima tornato a lavorare in azienda.
00.15 Cofferati: “Quella di sabato era una classica manifestazione sindacale, non c’entrava nulla col progetto di Landini”.
00.14 Sul brutto bacio di Lancini a Camusso: “Non voglio dare lezioni. Ma le immagini parlano da sole. La Cgil che non parla nella manifestazione Fiom è grave”.

brtto

00.11 Sergio Cofferati in studio. Sui dati della disoccupazione:

C’è meno lavoro, sono stati enfatizzati erroneamente i dati sulle nuove assunzioni; non sono posti di lavoro nuovi, ma erano contratti vecchi.

risale

00.09 Sulla vignetta di Grillo su Renzi come il copilota tedesco: “Io ho un mio stile, un linguaggio, che non è quello di Grillo. In questo Paese se dici ‘cazzo c’è la mafia a Roma’ c’è qualcuno che si indigna perché ho detto caxxo”.
00.08 Di Battista: “Il M5S è una sorta di goccia che a poco a poco buca la pietra. Alla fine il risultato si vedrà”. Su Renzi: “Ha fatto credere che tutto quello che viene detto in televisione sia vero”.
00.05 Di Battista: “La corruzione ci ruba i ricordi, il Paese realtà non è quello dei salotti televisivi ma altro”. Poi ricorda, nuovamente, che i parlamentari grillini si tagliano lo stipendio.
00.02 Sulla polemica per il suo post Facebook condiviso da un presunto capo mafioso: “A questo signore gli direi che la mafia è una merd@. Io do massima solidarietà alla giornalista minacciata, ma non bisogna strumentalizzare. Il Pd non ha speso una parola per Di Matteo”.
00.01 Di Battista assicura di non aver mai ricevuto tentativi di corruzione ma è “inaccettabile che ci siano molti lobbisti fuori dalla Commissione di bilancio”.
00.00 Di Battista: “Negli ultimi 20 anni è mancata l’opposizione. Il M5S oggi la sta facendo al Pd. Le dimissioni di Lupi sono merito del M5S”.
23.57 Di Battista in studio: “Non è facile denunciare intrallazzi. Sono stato minacciato sui social e anche in Parlamento”.

idbat

23.48 Viene riproposta la copertina di Crozza della settimana scorsa.
23.42 Marchini: “Berlusconi non lo sento da tempo”.
23.36 Speranza precisa: “L’illegalità non è né immigrazione né delinquenza”.
23.34 Salvini: “I campi Rom non esistono in nessun Paese europeo”. Poi aggiunge: “Al posto di Renzi chiuderei i campi Rom da qui a 6 mesi in tutta Italia”.
23.31 Marchini: “La soluzione è lo schieramento politico basato non più sulle sigle ma sulla soluzione dei problemi”.
23.29 Per Barisoni la flat tax non può funzionare in Italia visto l’alto livello dell’evasione. La soluzione secondo il giornalista è la patrimoniale.
23.28 Salvini: “Far far reddito la pensione di invalidità è una vigliaccata”. Speranza: “Sono d’accordo”. Salvini: “E allora toglietela”.
23.25 Secondo Speranza, con il 730 online l’Italia compie un passo in avanti.
23.24 Del Santo: “Il 730 pre-compilato non arriva per casa per posta, ma si scarica online, con un pin. Non contiene spese mediche, scontrini, ricevute, alcuni contributi previdenziali, tasse universitarie”. Salvini: “Ma quindi il vantaggio dov’è?”. Del Santo: “L’Italia diventa digitale”.
23.23 La commercialista Del Santo spiega le novità nel calcolo dell’Isee.

Del Santo

23.19 In un servizio si parla del costo del denaro. Come fare per approfittare di costi bassi?
23.11 In un servizio si parla di caldaie.
23.07 Alessandrucci racconta le difficoltà che gli autonomi affrontano quando provano ad affittare o acquistare una casa.
23.04 Barison: “Il governo ha torto a esultare troppo velocemente sui dati. Una cosa sono i dati sul jobs act, un altro i dati sulla disoccupazione”.
23.02 La disoccupazione.

la disoccupazione

23.01 Belpietro: “La crisi della casa l’ha aumentata la tassazione sulla casa facendo crollare il mercato”.
22.59 Cavallo: “Oggi avere un immobile serve per fare operazioni di finanziarizzazione”.
22.57 Per Marchini bisogna “ridurre la pressione fiscale, rivalutare le case e le rendite”. E prevedere un piano di rilancio delle grandi città.
22.56 Salvini esagera: “Se uno guadagna 1000 euro le tasse non le deve pagare”.
22.55 Salvini tira in ballo l’Imu che i terremotati devono pagare. Speranza: “Concordo, ma questo è un caso limite”.

srsosrrso

22.54 Speranza: “L’idea che al Sud non si pagano le tasse è sbagliata. Ovunque ci sono persone oneste o meno”. Ed ancora: “Flat tax? No, io dico progressività. Chi guadagna 1000 euro al mese deve pagare meno di un parlamentare”.
22.52 Belpietro ricorda che Draghi ha annunciato che le tasse sono aumentate negli ultimi 2 anni. Poi aggiunge:

Se abbiamo zone d’Italia dove lo Stato non c’è… quello è tutto nero, non pagano tasse.

22.46 Con un servizio si introduce il tema della casa.
22.39 Sondaggi.

sta cob

22.37 Salvini pensa che sia una sciocchezza dire che gli italiani siano corrotti per natura.
22.33 Cavallo sostiene che le tasse debbano essere progressive e concentrarsi maggiormente sui ricchi “perché la rendita in Italia non è toccata e chi evade il fisco oggi investe in rendita”.
22.31 Salvini: “La flat tax è già in vigore in 40 Paesi al mondo. Io fossi in Renzi la farei domattina, al 15%”.
22.31 Per Sofri gli 80 euro non sono stati una caxxata, ma non va bene usarli in maniera strumentale nel senso opposta: è stata “un’ottima trovata di comunicazione che ha messo in tasca 80 euro in più”.

sofri

22.28 Sofri: “Un po’ tutti cercano colpe dei problemi e non le soluzioni”. Salvini replica tirando in ballo la flat tax.
22.25 Speranza rivendica il taglio di “9 miliardi e mezzo sull’Irpef (gli 80 euro)” del governo Renzi. Salvini: “Sono una caxxata, sono soldi pagati da pensionati e da chi non lavora con le tasse”.
22.24 Salvini: “Bisogna rendere conveniente pagare le tasse. Lo Stato che chiede il 60% di tasse del tuo lavoro è ladro, incita l’evasione”.
22.20 In un servizio si parla di evasione. Dei ricchi e di chi, invece, lo fa per sopravvivere.
22.14 Signorelli sostiene che “in Italia governano 3 formazioni, cioè familismo, clientelismo e cosca”. Poi ricorda di quando era assessore nel 1961 a Cosenza: fu multata e il comandante dei vigili rimproverò sonoramente l’impiegato comunale che le permise di pagare la multa.

signog

22.10 Ciarambino osserva che il M5S permette ai suoi un massimo 2 mandati “per evitare la compromissione dei politici”.
22.08 Belpietro fa notare che se le spese delle coop gravano sui soldi pubblici, cioè sui nostri soldi. Sulla corruzione: “bisogna sfoltire l’esistente noN fare nuove leggi”.
22.06 Salvini su Renzi: “Lui per anni ha fatto il soprammobile dei talk show il triplo rispetto a me”. Sulla corruzione: “Per combatterla bisogna semplificare e Renzi non ha semplificato un accidente”.
22.04 Sofri fa notare a Salvini: “Non dimentichiamo il caso Belsito, sul tema corruzione ognuno ha un pezzetto di cerino in mano”. Poi spiega: “Una coop non deve comprare le bottiglie di vino di un politico”.
22.02 Salvini chiede una commissione d’inchiesta parlamentare sul mondo delle cooperative.
22.00 Speranza: “Per onore della verità nel ddl dopo la prima condanna per due anni si sospende la prescrizione. Dopo l’appello per un altro anno”. Ciarambino: “Non era quello che chiedevamo”.
21.59 Ciarambino del M5S: “Speranza si vanta del ddl anticorruzione, ma è atteso da 2 anni ed è stato svuotato il testo di Grasso”.

srh

21.53 In un servizio si parla di tangenti che non viaggiano col denaro. Il caso raccontato è quello del “vino” di D’Alema e del “rolex” di Lupi.
21.45 Speranza: “Se la corruzione diventa tema da campagna elettorale non ne usciamo”. Poi si dice dispiaciuto che il M5S “si sia tirato indietro sul ddl anticorruzione”.

sprprs

21.42 Speranza: “Domani approviamo in prima lettura al Senato il ddl anticorruzione”. Salvini: “Renzi ha fatto degli errori: lo sconto di pena per buona condotta dei corrotti non va bene”. Poi aggiunge: “La Lega dal 5 dicembre chiede chiarezza sul centro di immigrati più grande di Europa, a Mineo”.
21.39 In un servizio si introduce il caso che riguarda il sindaco Pd di Ischia.
21.35 Landini e Ingroia, ci sono anche loro.

ladniadni

21.33 Crozza-Renzi parla del miracolo degli 80 euro.

renzi salv

21.32 Ma poi arriva anche Silvio Berlusconi.

baerl

21.31 Ecco Crozza che fa gli auguri di buona Pasqua nei panni di Papa Francesco.

sdhxg

21.30 Di Battista: “Uno dei vizi della sinistra è che si riteneva migliore della destra e per questo perdeva”.
21.28 Secondo il 5 stelle “Renzi non dovrebbe candidare indagati o condannati come De Luca”
21.25 Di Battista: “”Non tutto il Pd è corrotto, ma alcuni politici onesti per restare nel sistema cambiano”.

dsibsd

21.25 E infatti dopo la pubblicità non c’è Crozza. Floris introduce in studio Di Battista.
21.23 Pubblicità, poi la copertina di Maurizio Crozza (con Floris che annuncia una novità a riguardo).
21.18 Quante persone c’erano in Piazza del Popolo sabato scorso per la manifestazione della Fiom?

rsrsrx

21.16 Inizia alla puntata.

giovannif

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging da Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 31 marzo 2015

DiMartedì: ospiti di Giovanni Floris , il ministro degli Interni, Angelino Alfano, la vice presidente del Senato, Valeria Fedeli, il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, il capogruppo del PD alla Camera dei Deputati, Roberto Speranza, l’europarlamentare Sergio Cofferati, il deputato M5S, Alessandro Di Battista, l’avvocato difensore di Sollecito nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher, Giulia Bongiorno e l’economista Jean-Paul Fitoussi. Partecipano inoltre i giornalisti Maurizio Belpietro (Libero), Luca Sofri (Post), Sebastiano Barisoni (Radio 24), Annalisa Cuzzocrea (la Repubblica) e Giancarlo Loquenzi (Rai), l’antropologa, Amalia Signorelli, consigliere del Comune di Roma già candidato sindaco, Alfio Marchini, la candidata del M5S alla Regione Campania, Valeria Ciarambino.

All’interno della puntata i sondaggi Ipsos di Nando Pagnoncelli.

In primo piano corruzione, fisco e casa.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.