Mai con Salvini, scontri durante la manifestazione a Torino – VIDEO

La situazione è degenerata mentre in piazza Solferino era atteso l’arrivo di Matteo Salvini.

[iframe width=”” height=”” src=”http://www.youreporter.it/embed/95c880d8a7a25699bfdd806b1edcbed6&autoplay=0″ frameborder=”no”]

20.20 – Sarebbero 8 le persone fermate oggi dalla Digos nel corso degli scontri a Torino. Salvini, prendendo la parola sul palco, non ha perso l’occasione per commentare l’arresto:

Spero che gli otto fermati di oggi a Torino restino in carcere qualche settimana così la prossima volta ci pensano prima di manifestare violentemente.

Due, invece, le persone rimaste ferite. Secondo quanto si è appreso si tratterebbe di un manifestante coinvolto direttamente dalle cariche della polizia e di un passante scivolato a terra.

18.00 – L’arrivo di Matteo Salvini a Torino per una manifestazione di Lega Nord contro Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, è stato accolto da una contro manifestazione organizzata dai gruppi antagonisti e antirazzisti che si sono ritrovati per protestare contro la Lega Nord e lo stesso Salvini, come accaduto già durante la manifestazione di Roma lo scorso febbraio.

Stavolta, però, la situazione è degenerata quando il corteo degli antagonisti ha provato ad avvicinarsi a piazza Solferino, dove era atteso l’arrivo di Matteo Salvini. La polizia in tenuta antisommossa, le immagini che vedete in apertura lo documentano, è partita alla carica contro i manifestanti.

Il gruppo è stato respinto e almeno cinque manifestanti sono stati fermati. Una persona, secondo le prime stime, è rimasta ferita ed è stata medicata sul posto.

Accesso alla piazza dove manifesta la Lega a Torino bloccato da grate di ferro, per evitare gli "attacchi" dei maledetti centri a-sociali.Roba da matti, questa non è Democrazia o Libertà.

Posted by Matteo Salvini on Saturday, March 28, 2015

In piazza a Moncalieri con la squadra che proverà a strappare il Comune alla sinistra parolaia, dopo vent'…

Posted by Matteo Salvini on Saturday, March 28, 2015

La risposta è stata altrettanto violenta, mazze e bastoni hanno iniziato a volare, così come lacrimogeni delle forze dell’ordine che hanno tentato di disperdere il corteo per la gioia di Salvini che, poco dopo, ha potuto rilasciare con fierezza dichiarazioni come

Spero che non si sia fatto male nessun poliziotto e nessun carabiniere, se finisce all’ospedale qualcun’altro non piango. Però non è possibile che la gente che vuole manifestare pacificamente sia protetta dalle gabbie di ferro. Le gabbie di ferro sono allo zoo, non in una città civile come Torino. Mi aspetto che i centri sociali illegali vengano chiusi nell’arco di qualche ora, non di qualche mese.


(in aggiornamento)