Rugby mondiale – I Barbarians invadono l’Inghilterra, ed è spettacolo puro

Ci si aspetta spettacolo e con i Barbarians in campo è spettacolo. A Twickenham si affrontano i bianconeri guidati da Sergio Parisse e l’Inghilterra di Ugo Monye. Il primo tempo è tutto british, ma la ripresa, con degli ottimi Michalak e Parisse, vede i Barbari ribaltare il risultato e portare a casa la vittoria proprio

Ci si aspetta spettacolo e con i Barbarians in campo è spettacolo. A Twickenham si affrontano i bianconeri guidati da Sergio Parisse e l’Inghilterra di Ugo Monye. Il primo tempo è tutto british, ma la ripresa, con degli ottimi Michalak e Parisse, vede i Barbari ribaltare il risultato e portare a casa la vittoria proprio all’ultimo. 

Da un lato i Barbarians in una versione “mondiale”, nel senso che esclusi i quattro azzurri, tutti titolari, e forse Ruan Pienaar, nessuno dei giocatori che parteciperanno all’RWC 2011 è stato liberato dalle proprie federazioni per partecipare al tour. Dall’altro, invece, un’Inghilterra molto giovane, con pochi giocatori esperti e tante promesse. Ma non è un’Inghilterra A quella che nel primo tempo mette in difficoltà Parisse e compagni. Dopo il botta e risposta iniziale tra Trinder e Baby, infatti, sono Ugo Monye e James Simpson-Daniel a guidare i british nella prima, pericolosa, fuga. Una meta in contropiede di un ottimo Michalak riavvicina i Barbarians, che chiudono però i primi 40′ in svantaggio.
Ben altri Baa-baas quelli che scendono in campo nella ripresa. Totò Perugini comanda una mischia devastante, Sergio Parisse muove l’ovale con maestria, Michalak inventa e per Tim Visser diventare il metaman di giornata è un gioco. Prima su un calcio stupendo dell’apertura francese l’olandese beffa la difesa inglese e riporta i Barbarians a un passo. Poi le mete di Smith e Van Niekerk completano il sorpasso, testimoniando la superiorità dei bianconeri in campo. Ma l’Inghilterra ha un sussulto. Prima Hodgson accorcia dalla piazzola, poi Johnson marca la meta del controsorpasso. Quando per l’Inghilterra sembra fatta, ecco che allo scadere l’olandese volante Visser fa il bis. Meta, trasformazione e vittoria per i Baa-baas, sotto gli occhi perplessi di Martin Johnson.
Da evidenziare, soprattutto, la scelta del nostro Totò Perugini quale Man of the Match, l’esordio nel rugby a 15 di Willie Mason al 65′ e le due mete dell’olandese Tim Visser, che marca i punti della vittoria dei Barbarians. Insomma, spettacolo puro con una buona dose d’Italia a Londra ieri. E sabato si fa il bis con il Galles.

BARBARIANS – INGHILTERRA 32-38
Domenica 29 maggio, ore 15.30 – Twickenham, Londra
Barbarians:
 
15 Nicolas Jeanjean, 14 Paul Sackey, 13 Benoit Baby, 12 Mathieu Bastareaud, 11 Tim Visser, 10 Fred Michalak, 9 Ruan Pienaar, 8 Sergio Parisse (capt), 7 George Smith, 6 Joe van Niekerk, 5 Quintin Geldenhuys, 4 Erik Lund, 3 Davit Kubriashvili, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Salvatore Perugini.
In panchina: 16 Sebastien Bruno, 17 Carl Hayman, 18 Joe Tekori, 19 Martyn Williams, 20 Sebastien Tillous-Borde, 21 Willie Mason, 22 Seru Rabeni.
Inghilterra:
 15 Mike Brown, 14 James Simpson-Daniel, 13 Henry Trinder, 12 Matt Banahan, 11 Ugo Monye, 10 Charlie Hodgson, 9 Paul Hodgson, 8 Luke Narraway (capt), 7 Carl Fearns, 6 Tom Johnson, 5 Dave Attwood, 4 Graeme Kitchener, 3 Paul Doran-Jones, 2 David Paice, 1 Joe Marler.
In panchina 16 Joe Gray, 13 Kieran Brookes, 18 James Gaskell, 19 Jamie Gibson, 20 Mickey Young, 21 Stephen Myler, 22 Jordan Turner-Hall.
Arbitro: Christophe Berdos (France)
Marcatori: 3′ m. Trinder tr. Hodgson, 7′ m. Baby tr. Michalak, 16′ cp. Hodgson, 18′ m. Monye tr. Hodgson, 26′ m. Simpson-Daniel tr. Hodgson, 38′ m. Michalak tr. Michalak, 48′ m. Visser, 56′ m. Smith, 60′ m. Van Niekerk tr. Michalak, 63′ cp. Hodgson, 72′ m. Johnson, 79′ m. Visser tr. Pienaar 
Cartellini gialli: 33′ Fearns 

I Video di Blogo