Eccellenza – Con(fusione) totale, che sarà della prossima stagione?

“Che sarà, che sarà, che sarà… che sarà della mia vita chi lo sa” cantavano José Feliciano e i Ricchi e Poveri nel lontano 1971. Che sarà dell’Eccellenza cantano, invece, i ricchi (pochi) e i poveri (tanti) club italiani guardando al futuro prossimo del massimo campionato italiano di rugby. Perché tra fusioni probabili e possibili

“Che sarà, che sarà, che sarà… che sarà della mia vita chi lo sa” cantavano José Feliciano e i Ricchi e Poveri nel lontano 1971. Che sarà dell’Eccellenza cantano, invece, i ricchi (pochi) e i poveri (tanti) club italiani guardando al futuro prossimo del massimo campionato italiano di rugby. Perché tra fusioni probabili e possibili la prossima stagione potrebbe vedere al via grandi sorprese.

Da un lato, infatti, continua il tira e molla di dichiarazioni in casa Parma. Ogni giorno arrivano conferme e smentite riguardo alla possibile fusione tra i Crociati Rugby e il Gran Ducato, che diverranno “Progetto Parma”, o “Gran Crociati” o chissà, magari nulla. Le cronache ducali parlano di diversi incontri negli ultimi giorni, nei quali si sarebbe fatto il punto della situazione e si sarebbero fatti passi avanti verso la creazione di un’unica squadra. Una fusione che ha avuto in Filippo Frati un testimonial d’eccezione. Il coach dei Crociati, che lascia la squadra, ha infatti auspicato che le forze parmensi si uniscano per creare un team vincente. Insomma, gli indizi ci sono, bisognerà capire se questi faranno una prova certa nel futuro imminente.
Ma non è solo Parma a strizzare l’occhio alle fusioni. Arriva, infatti, dalla Toscana il rumor di un possibile riaccendersi dell’interesse nei confronti di Tre, il progetto che voleva unire i top team toscani sotto un’unica bandiera, quella del Toscana Rugby d’Eccellenza. Come scrive, infatti, Filippo Mazzoni sulle pagine dell’edizione di Prato de La Nazione “Il progetto Tre, Toscana Rugby Eccellenza, accantonato da qualche mese potrebbe infatti ritornare di stretta attualità visti anche gli ottimi risultati di un Firenze che domenica scenderà in campo a Reggio Emilia contro il Calvisano per la sfida che puòvalere la promozione in Eccellenza”. Insomma, Firenze potrebbe trovare la promozione sul campo, se batterà Calvisano, o a tavolino, se nascesse la “franchigia” parmense. Ma, in entrambi i casi, Firenze potrebbe ritrovarsi in Eccellenza insieme a Prato sotto la bandiera di Tre. Liberando, così, un altro posto.
Ah, e non dimentichiamo i guai della Rugby Roma e L’Aquila, con entrambe le società non certe di esserci l’anno prossimo. Insomma, con(fusione) totale.