DiMartedì | Puntata 24 marzo 2015

DiMartedì: la puntata del 24 marzo 2015

00.41 Finisce la puntata. Alè.
00.39 Pansa si definisce un qualunquista e assicura di non essere mai stato tentato dalla carriera politica.
00.38 Pansa ironizza sui preparati chimici che aiutano Berlusconi con le ragazze divertenti. Su Grillo: “Abbiamo perso un grande comico, abbiamo preso un pessimo dirigente politico”.
00.36 Pansa: “Alfano è un suicida, si è messo in mente di avere influenza su Renzi”. Su Meloni: “Mi sembra diventata più carina di una volta. Ma il vero problema è che l’unico federatore della destra era Berlusconi, che ora è più di là che di qua”.
00.33 Su Salvini: “È il prodotto del disastro della destra italiana”.
00.30 Giampaolo Pansa in studio per presentare La destra siamo noi, il suo nuovo libro: “La destra in Italia oggi è Renzi. A me non piace, è arrogante, disprezza chi non la pensa come lui. Lui naviga nella crisi italiana risolvendo poco. È un parolaio bianco, speriamo non diventi nero”.

00.29 Camusso: “Le nostre proposte sono politiche ma devono essere autonome rispetto alla politica”
00.28 Camusso: “Renzi faccio fatica a ritrovarlo nella famiglia di centrosinistra, non ha le nostre stesse politiche sociali”.
00.26 Camusso: “Io e Renzi non siamo della stessa famiglia politica. Ha un’idea della società che non è la mia”.
00.25 Camusso rifiuta di rivelare se rinnoverà la tessera del Pd e non spiega se rivoterebbe per quel partito.
00.22 Sulla proposta di Poletti a proposito delle vacanze scolastiche, Camusso: “L’infrastruttura sociale in questo Paese. E basta offrire ai ragazzi l’unica alternativa di fare dei lavoretti d’estate”.
00.21 Camusso: “Renzi o Berlusconi? Il problema non è chi governa, ma cosa fa”.
00.20 Sull’accordo di Pirelli coi cinesi, Camusso: “Non abbiamo ventate di nazionalismo. Ma siamo preoccupati perché non ci sono più imprenditori italiani”.
00.18 Per Camusso “bisogna costruire elementi di continuità nei luoghi di lavoro con Cgil, Cisl e Uil”.
00.17 Cuzzocrea de La Repubblica in studio. Camusso: “Non mi convince l’ambiguità della piattaforma lanciata da Landini”.
00.15 Mieli: “Camusso non si sta preparando ad un suo avvenire in politica”. Camusso: “Non penso all’attività politica, ci fanno lavorare troppo a lungo e vorrei essere coerente”.
00.13 Per Camusso quella del governo sull’aumenti degli occupati è “propaganda”.
00.11 Susanna Camusso in studio:

Da Renzi il sindacato è stato molto attaccato. C’è tanta disoccupazione e il sindacato quindi è più debole.

susanna cam

00.08 Secondo il ministro non c’è il rischio di terroristi che arrivino sui barconi “ma non si sovrapponga immigrazione a terrorismo”. Poi spiega:

Il modello tunisino è un’eccezione positiva ma ha bisogno di aiuto, con internet c’è apertura.

00.07 Gentiloni: “L’Isis mi ha nominato? Non posso permettermi di avere paura. Qui c’è molta propaganda”.
00.05 Gentiloni: “Sul sito del ministero degli Esteri sono indicati Paesi dove non bisogna andare, per esempio la Siria”.
00.03 Gentiloni: “La minaccia riguarda tutti i Paesi. Noi abbiamo livelli di sicurezza, di forze dell’ordine molto efficaci. Possiamo sentirci relativamente sicuri”.
00.00 Il ministro Gentiloni in studio. Si parte dall’attentato di Tunisi: “Sono andato a trovare le due signore italiane ancora in ospedale, hanno 3-4 proiettili addosso, poveracce”.

gENTILONI1

23.52 La replica della copertina di Crozza della scorsa settimana.
23.44 Puglisi: “Il Senato non sparisce in quanto istituzione, ma cambieranno le funzioni”.
23.42 Calessi: “Abolizione del Senato? Rimarrà la macchina amministrativa. Liberalizzazione? Non sono stati toccati tassisti, autorità portuali. È un passo buono ma molto timido”.
23.39 Giordano: “Le Province esistono ancora, paghiamo l’addizionale per le Province. Pochi mesi fa la Provincia di Modena ha inaugurata una sede costata milioni di euro. Si è tolto solo il voto ai cittadini”.
23.36 Friedman: “Le liberalizzazioni fatte bene migliorano la vita degli italiani. Monti le ha fatte male”.
23.34 Puglisi: “Il governo Renzi è il primo a fare la legge annuale sulla concorrenza. L’ultima volta fu nel 2007 con Bersani”. Sui farmaci di fascia C: “Tra essi ci sono i psicofarmaci, serve un rigoroso controllo da parte delle farmacie per evitare abusi”.
23.32 Trefiletti definisce “delirante” il disegno di legge delle liberalizzazione perché è stato scritto da imprese e assicurazioni emanca il capitolo riguardante i farmaci. E il resto è “abominevole”.
23.31 Sondaggi. Renzi bravo ad annunciare.

renzi ez

23.26 Puglisi del Pd, il professor Lupi, Trefiletti di Federconsumatori in studio. In onda un servizio sui prezzi dei farmaci.
23.17 In un servizio la delazione per combattere l’evasione.
23.14 Calessi: “Gli imprenditori trasformano i contratti già in essere in questo nuovo contratto a tutele crescenti, ma le nuove regole non creano nuove occupazioni”. Moretti: “Smettiamola di pensare che gli imprenditore si divertano a licenziare”.
23.13 Ponticiello sostiene che in un gran numero di multe ci sono “irregolarità enormi”.
23.12 L’avvocato Ponticiello sostiene che la multa è una tassa: “La maggior parte delle multe si subisce perché uno sosta oltre l’orario stabilito”.

Ponticiello

23.11 Giordano spiega che nel Def si legge che ci sarà stabilità quest’anno e aumento della pressione fiscale il prossimo anno.
23.10 Moretti ricorda che il governo ha investito 18 miliardi di euro per favorire le imprese.
23.08 Cerasa: “C’è un continuo aumento della spesa, il debito pubblico sale”. Moretti: “Gli 80 euro è una misura redistributiva e anticiclica. Ci vuole tempo per vederne gli effetti”.
23.05 Calessi: “Le tasse locali sono aumentate e Renzi in questo senso non ha combinato niente. Non ci sono state riduzioni delle spese pubbliche, spending review è stata inefficace”. Giordano: “L’Imu agricola è una norma ingiusta che serve per finanziare gli 80 euro”.
23.04 Moretti ricorda che il ministro Martina auspica di poter abolire l’Imu agricolo. Poi tira in ballo le quote latte.
23.02 Moretti: “Il governo ha confermato l’esenzione totale nei comuni montani”. Fedriga: “Non è vero”.
22.59 Fedriga: “L’Imu agricola è una follia vera: una tassa non su quanto uno guadagna ma su quanto uno perde. Così si impoverisce l’agricoltura di questo Paese”. Secondo il leghista Renzi ha fregato i soldi ai cittadini per garantire gli 80 euro.
22.57 Sondaggi. Poi in un servizio la rabbia degli agricoltori che devono pagare l’Imu.

le riforme del gov

22.49 Moretti: “La Lega propone un referendum che sa essere inammissibile perché su temi tributari. Prende in giro i cittadini”.
22.47 Ravetto: “Lo Stato deve creare posti di lavoro che creino reddito non un reddito per chi non lavora”.
22.46 Cerasa: “Reddito di cittadinanza di 500 euro per tutti i maggiorenni è una misura molto populistica e costosa”.
22.41 In un servizio si racconta come è nato il reddito di cittadinanza in Olanda.
22.39 Friedman: “Oggi in Italia le pensioni costano 260 miliardi all’anno, di cui il 25% non sono coperti dai contributi. Milioni di italiani ne stanno sovvenzionando altrettanti”. E invoca la giustizia sociale e il basic welfare per poveri.
22.36 Ravetto: “Abbiamo proposto di portare le pensioni minime a 800 euro. Gli ultimi ad alzarle siamo stati noi”. Lussana: “Renzi non sa come risolvere il problema delle pensioni, non sa nemmeno cosa fare della Fornero”.

Laura Ravetto la7

22.31 Giordano: “Il governo sulle pensioni faccia un intervento di perequazione, ci sono pensioni di chi non ha pagato contributi”. Voltolina: “Noi giovani non dobbiamo rassegnarci al fatto che non avremo una pensione”. Moretti: “Oggi non c’è all’ordine del giorno una riforma delle pensioni”.
22.27 Con un servizio si introduce il tema delle pensioni. In studio c’è anche la giornalista Eleonora Voltolina.
22.21 Friedman: “Le famiglie italiane hanno diritto ad ulteriori tagli fiscali”.
22.18 Polito: “Le tasse sul lavoro deprimono l’economia più delle tasse sul patrimonio”. Meloni critica Monti e sostiene che i soldi derivanti dall’Imu, reintrodotta appunto da Monti, sono stati usati per il decreto Bankitalia.
22.16 La local tax arriverà? Giordano: “Tra un po’ si pagherà l’Imu anche sulle case delle Barbie delle mie figlie!”.

local tax

22.15 Moretti: “Nessuno prova piacere a tassare. Il governo Renzi ha abbassato la pressione fiscale di un punto dal 2012”.
22.14 Lussana: “Punire chi ha la casa è una scelta ideologica. Renzi ha eseguito gli ordini dell’Europa”.
22.13 Tasse sulla casa. Friedman: “È una mini-patrimoniale per le famiglie italiane”.

tssse

22.10 Paola Marella in studio: “Per la prima volta dopo anni è tornato il segno più nel numero delle compravendite. È una buona speranza. I prezzi tendenzialmente potrebbero ancora scendere. Questo è l’anno giusto”.
22.05 In un servizio il caso della casa più grande mai costruita su un albero. Poi il racconto della crisi del mercato immobiliare.
22.04 Moretti: “Il governo Renzi si sta muovendo bene contro la corruzione. Ha nominato Cantone, ha reintrodotto il falso in bilancio, è stato introdotto il reato di voto di scambio mafioso. Ora vogliamo aumentare le pene per i corruttori”.

moretti e meloni

22.03 Moretti: “Meloni stasera ha attivato una macchinetta del fango”.
22.02 Meloni: “Chi tra noi politici non sono ladri chiedono alla politica di dare chiarezza”.
21.59 Meloni: “Non siamo tutti ladri. La Moretti si vanta per le liste pulite in Veneto, noi lo abbiamo nello Statuto di partito e abbiamo proposto l’incandidabilità a vita di chi è stato condannato”.
21.55 Friedman in collegamento. In onda un servizio sulle case oggetto di scambi di favore.
21.48 Moretti assicura che nessuno ha chiesto a Lupi di dimettersi. Poi annuncia che nelle sue liste in Veneto non ci saranno né indagati né condannati.
21.45 Giordano in collegamento cita il caso che coinvolge Francesca Barracciu, indagata e nominata sottosegretario. Moretti: “Alcune questioni sono imbarazzanti, Belsito per esempio”. Poi ribadisce che non si deve confondere l’avviso di garanzia in condanna.

giordano moretti

21.43 Polito: “La posizione di Lupi dal punto di vista politico era insostenibile”.
21.41 Moretti: “Lupi non è colpevole di niente, si è dimesso per questioni personali, per difendersi dalla macchina del fango che qualcuno alimenterà”. Lussana: “Renzi non ha due ministeri ad interim, ma la democrazia”.
21.39 Meloni: “Lupi il giorno prima di dimettersi aveva detto che non si sarebbe dimesso”. Moretti insiste: “Non accettiamo lezioni di moralità”.
21.38 Moretti rinfaccia a Meloni la presenza dei vari Belsito e Scajola nei governi Berlusconi. Meloni: “Ma loro si sono dimessi”. La dem: “La questione Lupi è stata gestita bene. Si è dimesso per sua scelta, non è stato spinto. Ma non possiamo strumentalizzare la vicenda”.
21.34 Meloni: “Renzi usa due pesi e due misure. Il Pd considera il Ncd i servi sciocchi del governo”. Poi cita il caso De Luca, che è stato condannato in primo grado ma candidato alle primarie dal Pd.

srmsrmsrrx

21.31 In un servizio luci e ombre del governo Renzi.
21.30 In studio Susanna Camusso. Su Lupi e le mancate dimissioni dei sottosegretari: “Bisogna avere un’unica misura”. Poi aggiunge: “Non possiamo permetterci di stare senza ministro delle Infrastrutture”.
21.29 L’imitazione di Matteo Salvini.

salvv

21.27 Crozza imita Renzi, poi ironizza sull’Italicum.
21.22 Maurizio Crozza. Subito applausi al ministro Poletti:

Ha detto che tre mesi di vacanza scolastica sono troppi. Bravo, Poletti. Finalmente abbiamo capito qual è il problema di questo Paese: i ragazzi che stanno troppi mesi a prendere il sole al mare.

21.18 Presentazione ospiti e lancio di Abracadabra baby.
21.16 Inizia la puntata. Floris apre accanto al ministro Gentiloni, di ritorno da Tunisi.

giovannif

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging da Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 24 marzo 2015

DiMartedì: ospiti di Giovanni Floris il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, la candidata del Pd alla guida del Veneto, Alessandra Moretti, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, il sindaco di Torino, Piero Fassino, il direttore del Tg4, Mario Giordano, i giornalisti Giampaolo Pansa e Alan Friedman, la leader della Cgil, Susanna Camusso, la deputata di FI, Laura Ravetto, la mediatrice immobiliare e conduttrice Tv, Paola Marella e l’imprenditrice vincitrice del Premio MoneyGram 2013 categoria giovani, Liliam Altuntas.

All’interno della puntata i sondaggi Ipsos di Nando Pagnoncelli.

In primo piano questione morale, pensioni e riforme, ma anche fisco e casa.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia