Vittorio Sgarbi:”Di Salemi parlerà tutto il mondo, la Moratti è un’imbecille”

Lo avevamo lasciato che si scambiava bigliettini affettuosi con Letizia Moratti: ma ora Vittorio Sgarbi torna all’attacco e da Salemi, dove è stato eletto Sindaco, crea una giunta lisergica e rivolge alla sindachessa meneghina l’epiteto “imbecille”. Ma stiamo sulla giunta: oltre alle chicche come Graziano Cecchini, il “futurista” che tinse di rosso e pallini monumenti

Lo avevamo lasciato che si scambiava bigliettini affettuosi con Letizia Moratti: ma ora Vittorio Sgarbi torna all’attacco e da Salemi, dove è stato eletto Sindaco, crea una giunta lisergica e rivolge alla sindachessa meneghina l’epiteto “imbecille”.

Ma stiamo sulla giunta: oltre alle chicche come Graziano Cecchini, il “futurista” che tinse di rosso e pallini monumenti romani – e che Gaia smascherò con saggezza qui – nominato Assessore al Nulla*, ci sono Oliviero Toscani, Carlo Petrini, Peter Glidewell – è un mercante d’arte, lo si legge su questo pezzo di guidasicilia – in pratica un consiglio comunale all star più di un Eastern Conference – Western Conference.

Finale di Sgarbi, a margine della conferenza stampa in cui ha presentato gli assessori, una modesta previsione di successo per la Conferenza delle Religioni che organizzerà il 10 ottobre:«Sarà un evento colossale, da far impallidire l’Onu». Grande.
*Non è un modo di dire, l’ha davvero nominato Assessore al Nulla.

Foto|ElenaTorre, Flickr