Perché correre a piedi nudi? Io corro con i sandali Tarahumara

Corsa e sandali sono incompatibili. Almeno, questo è quello che ho sempre pensato… prima di vedere questo video. L’interesse che negli Stati Uniti si va diffondendo per la corsa a piedi scalzi ha portato gli americani a cercare sempre più nuovi modi di avvicinarsi a questo tipo di corsa. Se una risposta è venuta dall’Italia

di lucaa

Corsa e sandali sono incompatibili. Almeno, questo è quello che ho sempre pensato… prima di vedere questo video. L’interesse che negli Stati Uniti si va diffondendo per la corsa a piedi scalzi ha portato gli americani a cercare sempre più nuovi modi di avvicinarsi a questo tipo di corsa. Se una risposta è venuta dall’Italia grazie alla Vibram, un’altra è arrivata dal più vicino Messico. Se il concetto sviluppato dall’altoatesino Robert Fliri è però nuovo e ha necessitato investimenti e ricerca gli artigiani messicani hanno semplicemente adattato a un loro prodotto i nuovi materiali: il risultato? i Tarahumara huaraches.

La comunità di indiani Tarahumara che vivono nel Copper Canyon della Sierra Madre Occidentale dello stato di Chihuahua ha adottato come calzatura un particolare tipo di sandalo che da loro prende appunto il nome Tarahumara e il termine “huaraches” (sandali). Questi indigeni messicani hanno mantenuto le loro abitudini di vita centenarie tradizionali anche per quanto riguarda la mobilità. Non sono “passati” alla scarpa, hanno reinventato i loro sandali costruendoli con materiali di recupero moderni, la suola degli huaraches è fatta con gli pneumatici dei camion, le strisce per fermare il piede di cuoio.

Video | You Tube