Italrugby – Cariparma non lascia, anzi raddoppia

La conferenza di presentazione del raduno dell’Italrugby di Parma, in programma tra oggi e giovedì, è stata l’occasione per l’ufficializzazione di un annuncio importantissimo. Cariparma e la Federazione Italiana Rugby continueranno il loro matrimonio per i prossimi quattro anni. Battuta, quindi, alla fine di un’asta al rialzo l’opzione Enel e la banca italofrancese resterà il main

La conferenza di presentazione del raduno dell’Italrugby di Parma, in programma tra oggi e giovedì, è stata l’occasione per l’ufficializzazione di un annuncio importantissimo. Cariparma e la Federazione Italiana Rugby continueranno il loro matrimonio per i prossimi quattro anni. Battuta, quindi, alla fine di un’asta al rialzo l’opzione Enel e la banca italofrancese resterà il main sponsor della Nazionale italiana.

L’annuncio è stato dato proprio in questi minuti al Ridotto del Teatro Regio di Parma, dove il presidente Dondi e il presidente di Cariparma Ariberto Fassati stanno presentando il miniraduno azzurro in vista dell’RWC 2011. Un accordo, quello tra la Federazione Italiana Rugby e Cariparma, banca che fa parte di Credit Agricole, ben più ricco rispetto a quello che si stava andando a concludere quest’anno dopo i Mondiali in Nuova Zelanda. Dal quasi milione e mezzo annuo della sponsorizzazione attuale, infatti, si passa a oltre due milioni di euro, un “prezzo” necessario a Cariparma per poter superare in extremis l’offerta del gruppo Enel, fino a poche settimane fa accreditato di prendere il posto dell’istituto finanziario sulle maglie dell’Italrugby. Cariparma Credit Agricole, quindi, si lega all’Italrugby fino al 31 dicembre 2014, con un’ulteriore opzione per continuare il matrimonio fino all’RWC 2015.