Eccellenza – Padova, un bonus che vale oro

Costa carissimo ai Cavalieri Prato il cartellino giallo che lascia i toscani in inferiorità numerica per 10 minuti. L’ammonizione di Giovanchelli, infatti, arriva con gli ospiti in vantaggio, che nel giro di pochi minuti vedono il Padova sfruttare la superiorità, marcare tre mete e vincere il match d’andata delle semifinali del massimo campionato italiano conquistando anche

Costa carissimo ai Cavalieri Prato il cartellino giallo che lascia i toscani in inferiorità numerica per 10 minuti. L’ammonizione di Giovanchelli, infatti, arriva con gli ospiti in vantaggio, che nel giro di pochi minuti vedono il Padova sfruttare la superiorità, marcare tre mete e vincere il match d’andata delle semifinali del massimo campionato italiano conquistando anche un bonus importantissimo in chiave ritorno.

La possibilità di assistere ad un derby-scudetto prende quota dopo il successo colto questa seraalla Guizza dal Petrarca Padova nella seconda semifinale d’andata del Campionato Italiano d’Eccellenza.
Il XV allenato da Pasquale Presutti ha sconfitto per 31-18 gli Estra I Cavalieri Prato, conquistando vittoria e punto bonus in una partita dai molti volti, dove decisivo è risultato il cartellino giallo rimediato dal capitano dei toscani Giovanchelli al ventiquattresimo della ripresa: I Cavalieri in quel momento conducevano per 14-18 dopo che, pochi minuti prima, una splendida invenzione dell’apertura Ngawini aveva lanciato in mezzo ai pali l’ala Vezzosi, dando a Prato un vantaggio che la squadra di De Rossi e Gaetaniello sembrava poter difendere.
Ma con Giovanchelli fuori causa il Petrarca saliva in cattedra e regalava al proprio pubblico dieci minuti di grandissimo rugby: prima era il giovane flanker Marco Barbini – candidato al titolo di giocatore dell’anno – a finalizzare al largo un lungo attacco multifase al largo riportando Padova avanti nel punteggio, poi in rapida sequenza arrivava la meta di Bortolussi su pallone di recupero e la splendida meta dell’apertra Walsh poco oltre la mezzora dopo una maul avanzante dove il pack di casa demoliva quello ospite.
Ripristinata la parità numerica Prato cercava di ricucire lo svantaggio, ma il Petrarca teneva magnificamente, sostenuto dall’entusiasmo del pubblico di casa, chiudendo la gara con un 31-18 che, in virtù del punto bonus conquistato, lancia idealmente Bertetti e compagni verso la qualificazione alla finale scudetto. Domenica prossima al “Chersoni”, infatti, ai Cavalieri Prato servirà una vittoria da cinque punti ed almeno quattordici lunghezze di scarto per ribaltare il risultato e accedere alla finale.

Petrarca Padova v Estra I Cavalieri Prato 31-18
Domenica 15 maggio, ore 18.10 – Centro Sportivo “Memo Geremia”, Padova 
Petrarca Padova: Mercier; Acuna (19′ pt. Borgato), Neethling, Bertetti (cap), Bortolussi; Walsh, Travagli; Galatro, Palmer, Barbini; Tveraga, Cavalieri; Chistolini (40’st. Caporello), Costa-Repetto (38′ st. Gatto), Fazzari
Estra I Cavalieri Prato: Wakarua; Vezzosi, Murgier (11′ st. Majstorovic), Chiesa, Tempestini; Ngawini, Patelli (1′ st. Canale S.); Soqeta (36′ st. Lupetti), Belardo (20′ st. Cristiano), Petillo; Moore, Beccaris (29′ st. Cazzola F.); Bocca (8′ st. Stefani), Giovanchelli, Poloni (26′ st. Goti)
Arbitro: De Santis; Dordolo,  Pier’Antoni; Crivellini
Marcatori: 4′ cp. Mercier, 9′ cp. Mercier, 10′ cp. Wakarua, 26′ m. Vezzosi, 31′ cp. Wakarua, 44′ m. Costa Repetto, 50′ dr. Walsh, 58′ m. Vezzosi tr. Wakarua, 66′ m. Barbini, 69′ m. Bortolussi, 73′ m. Walsh tr. Mercier
Cartellini gialli: 64′ Giovanchelli