Mente e dichiara di esser stata violentata da un uomo conosciuto in chat: condannata a scontare 12 mesi di prigione

Dopo la vicenda della 21enne Sarah Wilson, un’altra storia di incontri iniziati sul web e finiti male ci giunge da Newcastle, dove un uomo è stato accusato di violenza sessuale da una donna che aveva incontrato dopo averla conosciuta in chat.I fatti sono questi: Gary Wood conosce Natalie Jefferson su internet, i due si scambiano

Dopo la vicenda della 21enne Sarah Wilson, un’altra storia di incontri iniziati sul web e finiti male ci giunge da Newcastle, dove un uomo è stato accusato di violenza sessuale da una donna che aveva incontrato dopo averla conosciuta in chat.

I fatti sono questi: Gary Wood conosce Natalie Jefferson su internet, i due si scambiano qualche mail e alla fine decidono di incontrarsi per un drink.

Durante l’incontro la Jefferson riceve una chiamata: uno dei suoi figli si è sentito male ed è stato portato all’ospedale. La donna corre in ospedale e, quando viene raggiunta telefonicamente da Wood, le rivela di esser stata violentata da uno sconosciuto.

In realtà se lo era inventato, ma era già andata dalle autorità a denunciare la violenza sessuale, indicando il povero Gary come autore dello stupro. Era il 7 gennaio scorso e in pochi istanti il giovane è stato condotto in caserma ed interrogato, rischiando addirittura una condanna a 10 anni di carcere.

Fortunatamente la verità è venuta a galla e ora le porte della prigione si sono aperte per la Jefferson, che dovrà scontare 12 mesi dietro le sbarre.

Via | Daily Mail