‘Ndrangheta, al via a Milano il maxiprocesso dell’Operazione Infinito

E’ partito a Milano qualche giorno fa il maxiprocesso alle cosche della ‘ndrangheta colpite nel luglio scorso dall’Operazione “Infinito”.

E’ iniziato qualche giorno fa a Milano il maxi processo alla ‘ndrangheta scaturito dall’Operazione Infinito, messa a segno dai carabinieri nel luglio dello scorso anno e coordinata dalla DDA di Milano in collaborazione con quella di Reggio Calabria, che ha portato all’arresto di 170 affiliati, o presunti tali, alla ‘ndrangheta.

Ci racconta Paola Ceretta su Notitia Criminis:

“Davanti all’aula dell’VIII Sezione Penale c’è una gran folla: giornalisti, parenti dei detenuti, scolaresche e rappresentati delle associazioni antimafia. Nessuno può entrare, solo avvocati e imputati che arrivano alla spiciolata, in manette. Chi sorride, chi guarda fisso davanti a sé, chi cammina a testa bassa, chi scocca un bacio alla compagna mentre varca la soglia dell’aula, chi lancia un’occhiata fugace alla ricerca di qualche familiare, chi arriva in sedia a rotelle”

Dei 39 imputati, rinchiusi nel carcere di Opera, Asti, Torino, Pavia, Vigevano, Voghera, Monza, Piacenza, Bollate, Genova, 4 sono agli arresti domiciliari, tra cui Giuseppe Antonio Neri, detto Pino, per motivi di salute.

Continua la blogger:

“Pino Neri, prima alla guida della Locale di Pavia, poi della Provincia di Lombardia, è un ‘ndranghetista di lungo corso. Un’intercettazione dall’utenza del suo studio di di consulenza fiscale a Vigevano, nell’ambito delle indagini sul sequestro Casella, negli anni ’80, emergono i contatti con le cosche di San Luca, Siderno e Giffone”

Per saperne di più collegatevi su Notitia Criminis.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia