Francia – E nel rugby si sentì il ruggito del Lione

Lontano da Parigi il grande rugby non è mai andato molto d’accordo con le grandi città metropolitane francesi. Come a Lione, dove la palla ovale visse momenti di gloria prima della Seconda Guerra Mondiale, ma che negli ultimi 70 anni è stata relegata a “sport minore”, in una città che vive di calcio. Ma oggi

Lontano da Parigi il grande rugby non è mai andato molto d’accordo con le grandi città metropolitane francesi. Come a Lione, dove la palla ovale visse momenti di gloria prima della Seconda Guerra Mondiale, ma che negli ultimi 70 anni è stata relegata a “sport minore”, in una città che vive di calcio. Ma oggi la Lione ovale ruggisce, conquistando per la prima volta nella sua storia un posto in Top 14.

Campione di Francia nel 1932 e 1933, da allora il Lyon OU non ha mai saputo tornare ai fasti di un tempo. Dal 2002 in Pro D2, la squadra ha dominato la stagione nel secondo campionato francese e ieri è stata matematicamente promossa in Top 14. Festa grande, quindi, tra il Rodano e le Alpi e una bella novità per tutto il rugby francese.

 

Votate su Facebook il sondaggio su chi vincerà la Celtic League!