Violenza sessuale: foto di stupratori e pedofili esposte al pubblico, pene più severe e nuovi reati

Sta per iniziare l’iter alla Camera, ma il testo unificato in materia di violenza sessuale sta già facendo parecchio discutere, nel bene o nel male.Potrebbe essere introdotto il reato di molestia sessuale (fino a 2 anni di carcere), oltre a pene più severe (fino a 15 anni di carcere) per stupratori, pedofili e violentatori di


Sta per iniziare l’iter alla Camera, ma il testo unificato in materia di violenza sessuale sta già facendo parecchio discutere, nel bene o nel male.

Potrebbe essere introdotto il reato di molestia sessuale (fino a 2 anni di carcere), oltre a pene più severe (fino a 15 anni di carcere) per stupratori, pedofili e violentatori di gruppo. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta:

Per la violenza sessuale le pene passano dai 6 ai 12 anni di carcere, rispetto all’attuale da 5 a 10), mentre la violenza aggravata dai 7 ai 15 (contro da 6 a 12). Tra le nuove aggravanti ci saranno violenza su disabili o donne incinte.

Da 8 a 16 anni, anziché da 7 a 14 anni, per chi abusa di un bambino al di sotto dei 10 anni, ergastolo invece per chi violenta e uccide la vittima.

Novità anche per quanto riguarda il branco. Pene più severe non solo per gli autori materiali della violenza ma anche per chi vi partecipa: da 7 a 16 anni di carcere, che possono arrivare fino a 20 con le aggravanti.

Si parla inoltre di poter affiggere foto ed elenchi di persone condannate o ricercate per stupro in luoghi pubblici come bar, stazioni e autobus, un po’ come avviene già negli Stati Uniti.

Che ne pensate di queste proposte? Vi sembrano più giuste o sono ancora troppo poco?

Via | AffariItaliani