Eccellenza – Parma non si unisce, salta la fusione

Niente fusione a Parma, niente supersquadrone per conquistare l’Eccellenza e, ancora una volta, due formazioni a spartirsi attenzioni mediatiche, tifosi, sponsor e soldi. E’ saltato il progetto di creare un’unica squadra ducale, con Crociati e GranDucato che, invece, proseguiranno da soli la loro avventura. Come racconta Paolo Mulazzi su Sportparma.com.Personalmente reputo questa scelta un’occasione persa.

Niente fusione a Parma, niente supersquadrone per conquistare l’Eccellenza e, ancora una volta, due formazioni a spartirsi attenzioni mediatiche, tifosi, sponsor e soldi. E’ saltato il progetto di creare un’unica squadra ducale, con Crociati e GranDucato che, invece, proseguiranno da soli la loro avventura. Come racconta Paolo Mulazzi su Sportparma.com.

Personalmente reputo questa scelta un’occasione persa. Per Parma e per l’intero movimento. Certo, per i tifosi è comprensibile la volontà di rimanere separati, campanile e cuore parlano chiaro, ma per un movimento dove i soldi scarseggiano, la visibilità è minima e la diffusione sul territorio è limitatissima avere due formazioni d’Eccellenza nella stessa città è follia pura. Ma tant’è, alla Fir va bene così e facciamocelo andare bene anche noi.