Le pagelle del mercoledì

Giorgio Napolitano: forte monito. Voto + 10. Da Napoli, il presidente della Repubblica Napolitano lancia un richiamo forte e chiaro sui metodi di amministrazione della cosa pubblica e sui valori di riferimento. Il capo dello Stato striglia le classi dirigenti (non solo quelle locali), in particolare la classe politica, e invita a reagire a “un

Giorgio Napolitano: forte monito. Voto + 10. Da Napoli, il presidente della Repubblica Napolitano lancia un richiamo forte e chiaro sui metodi di amministrazione della cosa pubblica e sui valori di riferimento. Il capo dello Stato striglia le classi dirigenti (non solo quelle locali), in particolare la classe politica, e invita a reagire a “un fenomeno sempre più pesante, all’impoverimento culturale e morale della politica che è sotto gli occhi di tutti”. Ma pare che gli italiani non vedano e non sentano.

Governo: in tilt. Voto – 9. E’ durata un giornata intera la suspence sulla questione delle tariffe di luce, gas e autostrade e sul nodo dell’Iva per Sky. Il Governo è andato in tilt, con il Premier che annunciava una cosa e i ministri un’altra. Marcia indietro finale: le tariffe di luce e gas non calano e l’Iva per Sky resta quella. Punto. Ciliegina sulla torta. Berlusconi da Tirana lancia un vero e proprio editto: “I direttori di Corriere della Sera e Stampa dovrebbero andare a casa. Così come la sinistra”. Ramazza.