Virus – Il contagio delle idee | Puntata 5 marzo 2015

Virus | La puntata del 5 marzo 2015.

[live sid=’live_0′]

23:56 la puntata di stasera termina qui.

23:53 Nicola Porro intervista Roberto Gervaso. Gervaso: “Io sono un liberale di destra ma non della destra di oggi che è un cacciucco. Salvini è un Bossi che si fa il bidet. La destra di Fini era una destra arrapata e affamata. La libertà, come la democrazia, è una superstizione. Il potere viene esercitato da un’oligarchia o da un’elite. L’uguaglianza è l’utopia dell’invidia. Vanno rifondate le gerarchie sulla base dei meriti e sui valori. Prezzolini mi ha fatto amare anche un piatto di lasagne comprate in un supermercato di Lugano. I miei maestri sono stati Montanelli, Prezzolini e Buzzati”.

23:28 inizia la lezione d’arte di Vittorio Sgarbi: “Io conosco meglio l’attività sessuale di Berlusconi che la mia. Io pago le tasse per intercettazioni sulle sue scopate. Sono ca*zi suoi. Io non pago più le tasse. E’ materia penale ma nel senso letterale del pene. Dov’è il reato penale? Non c’è. Mattarella dovrebbe chiamare i magistrati. I cittadini pagano per il voyeurismo di qualcuno. La libertà delle donne è lasciare alle donne anche la libertà di darsi, di vendersi”.

virus 5 3 15 6

23:18 Salvini: “La riforma Fornero è un patto mancato nei confronti dei cittadini. Sono stati rubati anni di vita ai cittadini. Se venissero ridotti i costi standard della sanità, si risparmierebbero 20 miliardi. L’Italia è il paese che va in pensione più tardi”.

23:13 Serafini: “Lo stato mi ha tassato anche il premio di laurea. Siamo davanti a dei paradossi”. Musso: “Se torniamo alla Lira, poi dobbiamo comunque pagare i debiti accumulati in euro. L’economia sta ripartendo. Al posto di Salvini, starei seduto sulla sedia senza fare casini”. Va in onda un filmato dedicato alla libera professione.

23:10 Salvini: “Da Premier, la prima cosa che farei è mettere in discussione l’Euro”. Musso: “Ma dopo l’Euro, in quale direzione andremo? Se dobbiamo tornare alla Lira, è meglio tornare ai Sesterzi o ai Ducati. L’euro si sta già svalutando e io in questo modo sto vendendo di più all’estero”. Salvini: “Gli economisti hanno tre discussioni: doppio euro, moneta a parte per aree compatte o ritorno alle monete nazionali. L’Euro non danneggia le eccellenze. Non tutta l’impresa o l’artigianato, però, è eccellenza e quindi viene danneggiato da una moneta che è troppo forte”.

virus 5 3 15 5

23:07 Serafini: “Quelle di Salvini sono dichiarazioni bellissime. Spero nella Flat Tax. Spero in una riforma liberale vera da parte di Salvini”. Salvini: “La Flat Tax è una scommessa che già funziona in 40 paesi del mondo. Chi già paga, paga di meno. Chi non paga, inizierebbe a pagare”. In studio, c’è l’imprenditore Musso: “Lavoro nel tessile-abbigliamento. La Flat Tax è interessante ma i costi, però, come si coprono?”. Salvini: “I costi non ci sono”. Musso: “Allora facciamolo subito”.

22:59 Salvini: “Buonanno voleva chiedere scusa alla rom ma non ha voluto. Io non voterei mai un partito che avalla il buco di 7 miliardi del Montepaschi Siena. I rom non fanno nulla per farsi voler bene”. Vediamo un servizio dedicato ai furti e alle rapine compiuti da italiani. Salvini: “Abbiamo tanti italiani delinquenti. Non dobbiamo importarne altri. Bisogna dotare la gente di strumenti di difesa e togliere il reato di eccesso di legittima difesa”. Va in onda una clip tratta dal corteo della Lega a Piazza del Popolo.

22:52 Salvini: “La Lega ha un piano per gli asili. Non tutti i rom sono una feccia ma la stragrande maggioranza dei rom non ha alcuna voglia di integrarsi. I campi rom vanno chiusi. E’ una scelta di buon senso”. Battista: “Le cose di Salvini sui rom sono opinioni ragionevoli. C’è troppa generalizzazione, però, sui rom. E’ un modo assurdo di vedere le cose. Uno come Buonanno spero che non governi mai”.

virus 5 3 15 4

22:47 Battista: “Uno di voi ha detto che i rom sono la feccia della società. La lega non vincerà mai con gente così”. Va in onda un servizio dedicato al degrado delle scuole di Roma e ai campi rom. Caruso: “Bisogna impedire la forma di segregazione dei rom. Bisogna organizzare una mobilitazione dove gli uni sono al fianco degli altri. I penultimi insieme agli ultimi. Non bisogna alimentare la guerra tra i poveri. I responsabili sono persone come Carminati”.

22:38 Salvini: “Il Consiglio d’Europa ha condannato la Francia per gli schiaffi ai figli. Vogliamo lasciare la scelta di educare i figli ai genitori e non a Strasburgo”. Battista: “Lo Ius Soli, nonostante la parola in latino, è molto semplice: chi nasce in Italia, è italiano”. Salvini: “Non è così da nessuna parte del mondo. L’Italia rischia di diventare la sala parto del mondo”. Battista: “Chi nasce in Italia, deve essere italiano. E’ un principio civile”. Salvini: “Essere italiano deve essere una conquista”. Battista: “La sua è paranoia”. Salvini: “E’ in corso una sostituzione di popolo. Meglio paranoico che fesso”.

22:30 Serafini: “Mi auguro che la Boldrini abbia perso poco tempo per stabilire la parità di genere linguistica. Bisogna dare lavoro alle donne, poi pensiamo alle definizioni”. Battista: “Il compito della Boldrini non è fare l’Accademia della Crusca”. Salvini: “Le parole tolgono i significati. Gli immigrati sono diventati migranti. Mamma e papà sono diventati genitore 1 e genitore 2. Vogliono espropriarci del senso delle parole. C’è un disegno preciso del popolo politicamente corretto. Il renzismo è il peggiore delle ipocrisie dominanti”. Battista: “L’espropriazione delle parole è una visione un po’ paranoica di questo caso”.

virus 5 3 15 3

22:20 Salvini: “La Sicilia denuncia poco. La regione che ha denunciato di più usura ed estorsione è l’Emilia-Romagna. In Sicilia, c’è qualcosa che non funziona. L’agenzia dei beni confiscati si è fermata. Sarebbe un argomento da inchiesta. Se Renzi proporrà la responsabilità civile dei magistrati, la voteremo”. Caruso: “I professionisti dell’antimafia fanno più danni della mafia. A volte i beni confiscati dalla mafia finiscono a prestanome della mafia. E’ un meccanismo da regolamentare”. In collegamento, c’è Elisa Serafini: “Più potere si è dato allo Stato, più sono stati i problemi”.

22:14 Battista: “L’idea che tutti possano intercettare qualunque cosa provoca disgusto. Il discorso su Berlusconi, ormai, è logorato. Il problema non è pubblicarle queste intercettazioni. Il problema è farle. Non hanno rilievo penale e non è la prima volta. Una volta Berlusconi ha dato della culona alla Merkel. Questa frase che esito giudiziario ha avuto? Nessuno lo sa”. Vediamo un servizio dedicato all’antimafia e alla storia di un imprenditore che ha denunciato il pizzo.

22:05 ascoltiamo l’intercettazione riguardante Berlusconi e Belen. Salvini: “E’ una schifezza. Non si può spendere denaro pubblico per intercettare queste cose. Sono stati spesi oltre 200 milioni di euro e pochissime intercettazioni hanno avuto rivelanza penale”. Caruso: “Sono stato intercettato per 8 anni. Ho avuto procedimenti finiti nel nulla. Dovrebbero risarcirmi. In mezzo a questo marasma, però, può capitare la telefonata rilevante. Questi strumenti, però, vanno contenuti. La stampa ha il vizio di spiare da dietro la porta. Questa telefonata tra Berlusconi e Belen non è informazione”.

virus 5 3 15 2

21:54 Battista: “Salvini deve stare attento a non credere troppo alla sovresposizione mediatica. In politica, bisogna prendere i voti e vincere. Si vince, tenendo i propri voti e conquistarne di nuovi. Forza Italia si è dissolta. Prima esisteva un centrodestra. Salvini ora è la destra. I partiti di questo tipo hanno messaggi di tipo estremista”. Salvini: “Non è vero”. Battista: “Quando Salvini dice Flat Tax al 15%, in tanti lo sanno che Salvini non lo farà mai”. Salvini: “Non è vero”. Battista: “La riforma Fornero è una grande riforma. Si va in pensione un po’ più tardi come in tutti i paesi europei”.

21:51 Salvini: “Caruso fa campagna elettorale alla Lega meglio di me. Io sono contento di far paura a Caruso. Io sogno una società normale, equilibrata, tollerante e civile. Solo in Italia, si passa da dare fuoco ai Bancomat a diventare professore all’università”. Caruso: “Io insegno da precario, prendo 480 euro al mese”. Salvini: “In Piazza del Popolo, c’era anche la borghesia moderata. Non era una piazza di destra. Io sono orgoglioso di quella piazza”.

21:47 in collegamento, c’è Francesco Caruso: “A Roma, ha manifestato pacificamente la roma antifascista e antirazzista. A Piazza del Popolo, ci sono stati slogan che inquinano la democrazia. La Lega ha già governato 15 anni in Italia senza risultati rilevanti. I danni sono soprattutto culturali. Prima il nemico era Roma Ladrona, oggi è Bruxelles. Le contraddizioni rimangono: Salvini prende 15mila euro al mese dal Parlamento europeo. Il problema, oggi, sono gli immigrati, prima erano i meridionali”.

virus 5 3 15 1

21:43 Nicola Porro elenca le recensioni negative dei cortei di centrodestra giudicati, dalla maggior parte dei quotidiani citati, “populisti”. Porro: “Con queste recensioni, faranno un favore a Salvini. Arriverà al 51%. Lui ci gongola con queste cose”. Ascoltiamo un’intervista a Marcello Veneziani: “La piazza di Salvini è una piazza composta ma impaurita. Alcuni non sono andati perché temevano gli scontri. La piazza di centrodestra non è pericolosa. E’ un’immagine distorta che si è voluta dare di questa piazza. Salvini incarna il populismo che io non demonizzo affatto. C’è bisogno di una sinfonia delle destre. Salvini e Grillo hanno molte cose in comune. I limiti di Fini e l’egocentrismo di Berlusconi sono stati i limiti del centrodestra. Salvini non sarà l’elemento trainante del centrodestra”.

21:32 Battista: “Penso che un corteo che protesti contro un altro corteo sia un corteo legittimo. Non sono avvenuti scontri. La radicalizzazione, però, è molto pesante. Un centrodestra che ha posizioni di radicalismo come la Lega prenderà molti voti ma non governerà mai. Renzi può dormire tranquillo con Salvini”.

21:29 inizio trasmissione. In studio, c’è Pierluigi Battista, in collegamento, c’è Matteo Salvini. Salvini: “All’interno della Lega, ci sono discussioni. La piazza di Roma ha incoronato Zaia. Non permetto a nessuno, dentro e fuori dalla Lega, di ostacolare Zaia. Il problema è dentro. Nel video di presentazione, invece, avete fatto vedere un ragazzo che ha detto che chi non ha le sue idee, deve essere ammazzato. Ma tu stai male!”.

Virus – Il contagio delle idee | Puntata 5 marzo 2015 | In diretta dalle ore 21:10

virus 26 2 15 6

Virus – Il contagio delle idee è un programma d’approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:10, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre ai consueti dibattiti con gli ospiti in studio e in collegamento, è composto dalle consuete rubriche: il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, la lezione d’arte con Vittorio Sgarbi e la classica intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 5 marzo 2015

Il tema della puntata di questa sera è il seguente: chi ha paura di Salvini e della piazza di destra?

La puntata di stasera di Virus scaverà nel futuro della destra: come tradurre le promesse di Salvini e il ruolo della Lega Nord, in proposte di governo?

In studio, ci saranno il segretario della Lega Nord Matteo Salvini e l’editorialista de Il Corriere della Sera Pierluigi Battista. In collegamento, invece, ci saranno l’ex leader no global Francesco Caruso, oggi professore in Sociologia dell’ambiente e del territorio a Catanzaro, e la blogger Elisa Serafini, sostenitrice del Tea Party Italia.

Stasera, andrà in onda anche un’intervista a Marcello Veneziani.

L’intervista finale di Nicola Porro sarà a Roberto Gervaso.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 5 marzo 2015 | Gli hashtag

Il pubblico può scegliere da che parte stare, utilizzando gli hashtag collegati agli ospiti. Gli hashtag di stasera saranno #haragionesalvini (“A Roma e Bruxelles tasche piene e mani sporche di sangue. Stop invasione. Renzi e Alfano siete pericolosi”) e #haragionebattista (“Immigrazione è mondo che cambia. Chi governa deve farci i conti”).

Virus | Rai 2 | Dove vederlo

Virus – Il contagio delle idee va in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:10.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

Virus | Rai 2 | Second Screen

Il programma di Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus – Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati in puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

I Video di Blogo.it