Primarie del Centrosinistra nelle Marche: ha vinto Luca Ceriscioli

L’ex sindaco di Pesaro ha ottenuto il 52,53% dei voti.

È Luca Ceriscioli del Pd il candidato alla presidenza della Regione Marche per il Centrosinistra. L’ex sindaco di Pesaro ha battuto la concorrenza ottenendo il 52,53% delle preferenze, mentre dietro di lui si è piazzato il suo compagno di partito Pietro Marcolini, assessore regionale al Bilancio, che ha avuto il 46,11% dei voti.

Ceriscioli ha prevalso nelle province di Pesaro, Ascoli e Fermo, mentre Marcolini è andato meglio di lui nella province di Macerata e Ancona. La candidata dell’Idv Ninel Donini ha ottenuto solo l’1,53% delle preferenze.

A presentarsi alle urne sono state in totale 43.588 persone, praticamente il doppio di quante si aspettavano gli organizzatori. C’è stata una piccola contestazione ad Ascoli Piceno dove un paio di sostenitori delle liste di destra sono stati allontanati dai seggi. In totale Ceriscioli ha avuto 22.760 voti, Marcolini 19.979 e Donini 587.

Il segretario regionale del Pd Francesco Comi ha commentato il dato dell’affluenza dicendo che è “straordinario” e “unico” a livello nazionale, considerato che la regione è abitata solo da un milione e mezzo di persone, meno di una grande città.

Bisogna dire che c’è stata una grande mobilitazione dei comitati elettorali di Ceriscioli e Marcolini, che evidentemente sono riusciti a convincere gli indecisi a presentarsi alle urne. Le sezioni in totale sono state 309 e hanno votato anche 671 giovani di età compresa tra i 16 e i 18 anni e gli stranieri che sono stati ammessi al voto con una preregistrazione online.

Ceriscioli, 49 anni, è insegnante di Matematica e ha detto che come prima cosa oggi andrà proprio a fare lezione, ha anche commentato che “ha vinto il cambiamento” e ha detto di avere intenzione di allargare il consenso, ammettendo di vedere in Area Popolare una “posizione di ascolto”.

A sostenerlo ci sono stati il vice presidente nazionale del Pd Matteo Ricci e i parlamentari Paolo Petrini e Luciano Agostini, più il sindaco di Ancona, una grande parte del Pd di Pesaro.

Foto © Facebook Luca Ceriscioli