La Gran Bretagna è il paese più violento d’Europa: lo afferma la Commissione Europea

Negli ultimi tempi, ve ne sarete accorti anche voi, molte delle notizie più incredibili che vi segnaliamo provengono dalla Gran Bretagna: si calcola, infatti, una media di 2.034 reati ogni 100mila persone, dati che la fanno entrare di diritto al primo posto della classifica stilata dalla Commissione Europea e dalle Nazioni Unite.Pare che dal 1997


Negli ultimi tempi, ve ne sarete accorti anche voi, molte delle notizie più incredibili che vi segnaliamo provengono dalla Gran Bretagna: si calcola, infatti, una media di 2.034 reati ogni 100mila persone, dati che la fanno entrare di diritto al primo posto della classifica stilata dalla Commissione Europea e dalle Nazioni Unite.

Pare che dal 1997 il tasso di criminalità sia aumentato del 77%, con circa due reati ogni minuto. Se vediamo invece le differenti tipologie di reati la posizione in classifica cambia: è al quinto posto per quanto riguarda il tasso di rapine e al quarto per quello dei furti.

Dal punto di vista degli omicidio, la Gran Bretagna viene superata dai paesi dell’Europa dell’Est, ma si trova comunque davanti a Francia, Germania, Italia e Spagna.

Come già detto l’analisi è stata fatta valutando il numero di reati ogni centomila residenti e facendo un paragone con alcuni Stati non europei è emerso che la Gran Bretagna supera, e di molto, anche Stati Uniti (466 reati su 100mila residenti), Canada (935), Australia (92) e Sud Africa (1609).

Dati alla mano molti criminologi si stanno interroganti sui motivi di tale crescita e la spiegazione che sono riusciti a dare è che molto dipende dal sistema giudiziario inglese, più severo rispetto ad altri: prender parte ad una rissa, ad esempio, è considerato un crimine violento, anche se non ci sono feriti.

A questo proposito il nuovo Segretario di Stato per gli Affari Interni, Alan Johnson, ha già fatto sapere che verranno presi dei provvedimenti, come ad esempio la creazione di un sito web che permette ai cittadini di conoscere il numero di persone con precedenti penali presenti nel proprio quartiere.

Via | Daily Mail