Berlusconi: frattura del malleolo, dieci giorni di riposo

Frattura composta del malleolo per Silvio Berlusconi, che dovrà restare a riposo per dieci giorni e forse usare una stampella.

Silvio Berlusconi si è fratturato il malleolo e dovrà rimanere a riposo, per dieci giorni, nella sua casa di Arcore. Questo il responso dei medici dopo l’infortunio che il leader di Forza Italia si è procurato qualche giorno fa mettendo male il piede mentre usciva dalla macchina. Il professor Alberto Zangrillo, medico personale dell’ex Cavaliere e del San Raffaele di Milano, ha formulato la diagnosi e la prognosi.

“Il presidente ha una piccola frattura composta del malleolo che si è procurato qualche giorni fa”. Non è escluso che Berlusconi debba usare anche la stampelle. Ancora Zangrillo: “Il paziente può camminare e semmai accompagnarsi con una stampella. Per una ventina di giorni, deve fare attenzione ai movimenti. Nulla di grave, diciamo che il presidente ha preso quella che usando un linguaggio gergale viene definita ‘storta’”.

L’incidente arriva a pochi giorni dalla fine dei servizi sociali per la condanna nel processo Mediaset. L’8 marzo più esattamente. Due giorni dopo, il 10, è attesa la sentenza della Cassazione su caso Ruby. Giornate intense, insomma. Berlusconi viene costantemente monitorato attraverso esami e accertamenti radiologici presso la clinica Madonnina di Milano, anche a causa dell’uveite che lo affligge.

Curiosamente, un anno fa, l’ex Cavaliere si procurò un altro piccolo incidente, in casa. Inciampò infatti sulla pallina giocattolo del suo cagnolino Dudù. Non ci furono conseguenze, in quel caso. Era il febbraio del 2014. Fine inverno – inizio primavera: evidentemente non è uno periodi più fortunati per Berlusconi dal punto di vista della salute.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →