Melania Rea è stata uccisa con 35 coltellate: ritrovata una seconda sim card

Non c’è ancora nessun indagato per l’omicidio di Melania Rea, la donna di 29 anni scomparsa lunedì pomeriggio da Colle San Marco di Ascoli Piceno e trovata uccisa mercoledì pomeriggio a Ripe di Civitella, nel Teramano. Come leggiamo sul Corriere è sul cellulare che si concentra il lavoro degli investigatori:“Il cellulare aveva ormai la batteria

Non c’è ancora nessun indagato per l’omicidio di Melania Rea, la donna di 29 anni scomparsa lunedì pomeriggio da Colle San Marco di Ascoli Piceno e trovata uccisa mercoledì pomeriggio a Ripe di Civitella, nel Teramano. Come leggiamo sul Corriere è sul cellulare che si concentra il lavoro degli investigatori:

“Il cellulare aveva ormai la batteria scarica, ma sul corpo della donna è stata trovata anche una seconda sim card che potrebbe fornire elementi utili per ricostruire i suoi ultimi spostamenti”

Ieri è stata effettuata l’autopsia sul cadavere della donna, trafitto da 35 coltellate – alcune inferte anche post mortem.

Il criminologo Francesco Bruno intanto ha avanzato un’inquietante ipotesi sulla vicenda: l’omicida potrebbe essere anche un serial killer.

Non troppo lontano dal luogo del ritrovamento di Melania nel gennaio scorso era stata ritrovata morta un’altra donna: Rossella Goffo. Quest’ultima però era stata strangolata.