Foggia: Mario Santolupo litiga con la domestica Giuseppina Gramegna, le spara e poi si suicida

Hanno litigato a lungo, poi Mario Santolupo ha impugnato una pistola e ha sparato due colpi a Giuseppina Gramegna, 53 anni. La donna è ora ricoverata in grave condizioni agli Ospedali Riuniti di Foggia. Santolupo, 67 anni, pensionato, subito dopo averle sparato si è tolto la vita nella sua camera da letto con un colpo


Hanno litigato a lungo, poi Mario Santolupo ha impugnato una pistola e ha sparato due colpi a Giuseppina Gramegna, 53 anni. La donna è ora ricoverata in grave condizioni agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Santolupo, 67 anni, pensionato, subito dopo averle sparato si è tolto la vita nella sua camera da letto con un colpo alla tempia. Negli stessi istanti la donna, ferita al torace e al fianco, correva in strada a chiedere aiuto.

Sulla vicenda stanno indagando polizia e carabinieri. Non è ancora chiaro se Giuseppina Gramigna, che a quanto pare era la domestica di Santolupo, sia stata sparata in casa o nelle scale dello stabile. Sconosciuti i motivi del gesto. Un raptus? Questioni economiche?

Gli investigatori per ora non escludono nessuna ipotesi. In particolare si sta cercando di capire se tra i due ci fosse, o ci fosse stata, una relazione e perchè l’uomo detenesse la pistola con cui ha fatto fuoco.

Foto | Flickr