Palermo: in manette banda di rapinatori, arrestati mentre lavavano e stendevano le banconote rubate

Cinque persone sono finite in manette in queste ore a Carini, nel Palermitano, sorpresi poco dopo la conclusione di una rapina mentre stendevano ad asciugare le banconote rubate. I cinque rapinatori, di età compresa tra i 17 e i 55 anni, avevano fatto irruzione nelle banca Credito Cooperativo Don Rizzo di Carini, ma l’inchiostro rosso


Cinque persone sono finite in manette in queste ore a Carini, nel Palermitano, sorpresi poco dopo la conclusione di una rapina mentre stendevano ad asciugare le banconote rubate.

I cinque rapinatori, di età compresa tra i 17 e i 55 anni, avevano fatto irruzione nelle banca Credito Cooperativo Don Rizzo di Carini, ma l’inchiostro rosso della “mazzetta civetta” è esploso macchiando tutte le banconote.

Il colpo è stato messo a segno dalla banda venerdì pomeriggio, così come l’arresto, ma la notizia è stata resa nota soltanto stamattina: i rapinatori, in questo caso, erano stati intercettati giorni prima, mentre si organizzavano per mettere a segno il colpo.

Gli agenti hanno quindi seguito tutto lo svolgimento e sono entrati in azione a rapina conclusa, mentre i cinque si erano ritrovati in una villa di Carini per contare e lavare le banconote.

Come si legge su Formiche.net:

Gli arrestati sono Francesco Mauro, 55 anni, sorvegliato speciale con obbligo di dimora nel comune di Carini, Benedetto Alaimo, 36 anni, Gaetano Impallara, 25 anni, Domenico Frangiamore, 21 anni e A.R., non ancora maggiorenne.

Via | Sicilia Informazioni