Londra: nel 2004 fu violentata da uno studente, ora chiede i danni alla scuola che “non l’aveva avvertita del pericolo”

Era il settembre del 2004 quando un’insegnante di 32 anni, che aveva iniziato a lavorare alla Westminster City School da appena una settimana, fu violentata in classe da uno dei suoi studenti, il 15enne Dwayne Best. La donna, al momento della violenza, si trovava da sola in classe dopo l’orario scolastico e il quindicenne, con


Era il settembre del 2004 quando un’insegnante di 32 anni, che aveva iniziato a lavorare alla Westminster City School da appena una settimana, fu violentata in classe da uno dei suoi studenti, il 15enne Dwayne Best.

La donna, al momento della violenza, si trovava da sola in classe dopo l’orario scolastico e il quindicenne, con precedenti per reati simili, aveva preso al volo l’occasione. Circa un anno dopo l’aggressore fu condannato al carcere a vita, ma la vicenda, per l’insegnante, non poteva ancora considerarsi conclusa.

Pare infatti che qualche tempo prima Dwayne Best avesse tentato di violentare la donna delle pulizie, ma non fu preso nessun provvedimento in merito, né dalle autorità né della scuola. Ed è proprio per questo motivo che l’insegnante, la cui identità non è stata resta nota, ha deciso di far causa al liceo, colpevole, secondo lei, di non averla avvertita del comportamento pericoloso dello studente.

Mi hanno lasciato sola, sono responsabili per avermi gettato nelle braccia di uno stupratore. Non mi è mai stato detto nulla del precedente episodio di violenza. E’ chiaro che se l’avessi saputo non sarei rimasta da sola in classe. Abbiamo tutti il diritto di prendere le decisioni riguardanti la nostra sicurezza. A me non è stato permesso.


Un portavoce del Westminster City School ha fatto sapere che si è trattato soltanto di un incidente, assolutamente impossibile da prevedere, ma l’istituto ha comunque acconsentito a risarcire la donna, evitando che la questione finisse in tribunale.

Non è chiaro a quanto ammonti la somma, ma dovrebbe essere piuttosto cospicua, visto che la donna, dopo quell’episodio, ha deciso di non tornare mai più ad insegnare.

Via | BBC News