Napoli, ragazza difende l’amico gay e viene pestata da un gruppo di skinheads

Terribile episodio di violenza a sfondo omofobico a Napoli. Una studentessa 26enne è stata aggredita e picchiata da un gruppo di giovani, pare alticci, che avevano provocato un suo amico gay. La ragazza è intervenuta per difenderlo e qui sarebbe scattata la reazione del gruppetto, secondo l’ Udi composto da skinheads. La 26enne è stata


Terribile episodio di violenza a sfondo omofobico a Napoli. Una studentessa 26enne è stata aggredita e picchiata da un gruppo di giovani, pare alticci, che avevano provocato un suo amico gay. La ragazza è intervenuta per difenderlo e qui sarebbe scattata la reazione del gruppetto, secondo l’ Udi composto da skinheads.

La 26enne è stata colpita a calci e pugni in faccia. Ora è ricoverata in ospedale dove le sono state riscontrate serissime ferite ad un occhio. Sul fatto stanno indagando i carabinieri. Il gruppo, secondo numerosi testimoni, è arrivato sul luogo dell’ aggressione iniziando a insultare alcuni giovani che frequentano l’ Arcigay.

Dalle offese agli schiaffi il passo è stato breve. A questo punto sarebbe intervenuta la ragazza (“perchè non ci lasciate in pace?”) poi pestata in una Piazza Bellini in balia di una banda ispirata alla subcultura bonehead. L’ episodio è stato stigmatizzato dal sindaco e dal cardinale Sepe. Intanto l’ Arcigay per il 21 giugno ha indetto un sit-in per dire “no alla violenza”.

Foto | Il Mattino