DiMartedì | Puntata 10 febbraio 2015

DiMartedì: la puntata del 10 febbraio 2015

00.35 Finisce la puntata.
00.30 Un servizio sulle frutterie gestite da immigrati.
00.28 Secondo De Rita “il nuovismo in politica non ha mai premiato, chi vive di politica vince”.
00.20 De Rita: “Le famiglie comprano sempre meno. Aumentano i risparmi da due anni”.

00.14 De Rita: “I giovani umiliati si rifugiano nella famiglia. Il precario mammarolo ha tenuto scena per 10 anni ma oggi è imprenditore”.
00.11 De Rita: “Gli italiani si vedono nei momenti di difficoltà, perdono la guerra e costruiscono le fabbriche: lì sono gli italiani”.
23.56 In studio il fondatore del Censis Giuseppe de Rita. Prima però viene riproposta la copertina satirica di Crozza della scorsa settimana.
23.51 Pizzarotti: “”Un Italia che non investe in tutela territorio non è un Italia che riparte”.
23.46 In un servizio i disagi del maltempo in Emilia Romagna.
23.43 Il profilo di Imposimato, candidato del M5S al Quirinale.

Imposimato

23.42 Pizzarotti: “Parlare di democrazia interna al M5S è interessante, ma non quanto i 20 milioni di tagli fatti dal governo Renzi al mio Comune quest’anno. Mi piacerebbero più puntate su temi e dati più concreti”.
23.40 Pizzarotti: “Non è ammissibile dire che tutti sono andati via dal M5S per una questione di soldi; alcuni sì, non tutti”.
23.39 Pizzarotti tira in ballo le decine di arresti che coinvolgono gli altri partiti.
23.35 Per Giordano stasera Pizzarotti è “un po’ democristiano”. E rinfaccia: “Eravate arrivati con la carica di essere diversi. Questo è il problema”. Il sindaco di Parma: “Adesso si parla solo dei fuoriusciti, si cerca di omologare tutti, senza entrare nel merito delle cose”.
23.33 L’organigramma del M5S. Pizzarotti: “I problemi ci sono in tutti i partiti e in tutte le aziende. Il tema è affrontare e migliorarli. Mi aspetto che il direttorio inizi a lavorare sul territorio. Ci serve una organizzazione di collegamento”.

organigramma

23.31 Pizzarotti: “Più volte ho avuto spirito critico, ma abbiamo portato a casa molte cose fatte tra mozioni ed emendamenti. Spesso ci si perde in frasi dette e polemiche”.

pizzarotti

23.30 Giordano: “I grillini hanno finito per dare un gruppo di aspiranti Scilipoti. Una parte è così, l’altra è di lotta ma non conta per gli 8 milioni di voti presi. È il più grande esperimento di voti congelati”.
23.28 In un servizio la posizione politica dei grillini.
23.18 Formigli: “Vedo una situazione solida per Renzi, che oggi ha la possibilità di giocare su più tavoli. Ha recuperato dagli ex 5 stelle un appoggio solido”.
23.17 Puglisi asserisce che nella legge di stabilità c’è un per i lavoratori autonomi un “taglio delle tasse di 900 milioni di euro”.
23.16 Puglisi: “Se c’è stato un errore sui regimi minimi senz’altro verrà corretto nella delega. Chi ha il vecchio regime dei minimi (5% sui 30 mila) può comunque optare per il nuovo (15% su 15 mila per sempre)”.

acta

23.14 Ugo Testoni, il vice presidente di Acta, parla di due autogol da parte di Renzi: uno sul regime dei minimi (tassazione aumentata), l’altro sulla cassa separata”.
23.09 Un servizio su Isee e pensioni.
23.07 Castellina: “Ogni misura che introduce uguaglianza va bene, ma applichiamo questo anche ai profitti, non solo a vitalizi e pensioni”.
23.04 Gasparri: “Il governo Berlusconi 2001-2006 fece una riforma delle pensioni, che però fu cancellata dal governo Prodi”. Ed ancora: “Non ho ancora capito perché la Banca d’Italia sia esclusa dal tetto messo da Renzi”.
23.01 Puglisi: “Il governo Renzi mira ad abbattere il dato del 42% di disoccupazione giovanile e garantire ai giovani una pensione decente”: Giordano: “Tagliamo via tutti i vitalizi, anche quelli a Benetton, Patuelli e altri”. Puglisi: “Il governo Renzi ha messo un tetto ai redditi dei manager pubblici”.
22.56 Viene riproposto il servizio con protagonisti gli anziani in gita.
22.51 Castellina: “Aboliamo la parola ‘riforme’, di per sé non significa niente, dipende da cosa sono”.
22.48 Giordano: “Laddove c’è una frode dovrebbe essere sempre perseguibile, dove c’è l’errore c’è la depenalizzazione. Se le cose stanno così va bene”.
22.46 Formigli: “L’Agcom è berlusconiana”. Gasparri: “Falso, hai detto una bugia”.
22.45 Gasparri: “Le frequenze tv? Prodi volle l’Agcom, che oggi ha deciso di fare sconti a Mediaset e Rai. Oggi il governo di sinistra dice che l’Agcom non serve più”.

gasparri formigli

22.43 Puglisi del Pd: “Renzi sul 3% ha detto che non è una norma né contra né pro personam. Neanche le frequenze tv riguardano il Patto del Nazareno”.
22.39 Paolo Becchi in collegamento, sul Patto del Nazareno dopo l’elezione del Capo dello Stato: “Il modo in cui ha operato Renzi è stato considerato da Berlusconi inaccettabile e questo ha creato una forma di risentimento nei confronti di una persona che credeva alleata. La rottura ha una spiegazione psicologica-umana. Berlusconi si è sentito tradito da Renzi”.
22.34 Cambio di ospiti in studio. In onda un servizio che racconta alcune storie di evasioni e frodi fiscali .
22.24 In un servizio le proposte del governo Renzi per chi vuole ristrutturare la casa.
22.21 Salvini: “L’Ucraina? Non servono le truppe in Russia perché giocare alla guerra atomica con la Russia è da cretini. Serve il dialogo”.

salvinvi

22.21 Secondo Salvini, le truppe della Nato dovrebbero sterminare l’Isis. Formigli: “Quante truppe Nato dobbiamo mettere per aiutare gli immigrati a casa loro?”.
22.19 Salvini: “L’Austria respinge gli immigrati che arrivano senza documenti. In Francia lo stesso. In Italia, invece, non c’è certezza della pena e del diritto”.
22.16 Diritto ad una casa popolare se vivi a Vienna da almeno due anni.
22.12 In un servizio viene raccontato come si è intervenuti in Austria per facilitare la convivenza con gli immigrati.
22.11 Serracchiani: “Grazie all’intervento del governo Renzi in Europa oggi si parla di crescita”. E assicura: “Il bonus bebè ci sarà”.
22.11 Giordano: “Renzi è bravissimo dal punto di vista della tattica parlamentare ma è fallimentare dal punto di vista dei risultati economici”.
22.08 Salvini cita il caso di un esponente del Pd che oggi si è rifiutato di partecipare alla Giornata del Ricordo. Serracchiani minimizza e parla di un singolo che ha sbagliato, Floris concorda.
22.05 Salvini: “Mare Nostrum di morti ne ha contati 3000”. Formigli: “Con Titron ne sono morti di più”.
22.04 Formigli ricorda che “ieri 22 persone sono morte di fredde a 110 miglia dalle coste di Sicilia” a causa della decisione dell’Europa di risparmiare 9 fottutissimi milioni di euro al mese.
22.00 Formigli: “Renzi non avrà difficoltà a trovare una maggioranza alternativa al Senato per le Riforme. Renzi è un politico molto abile”.

damrmr

21.56 Salvini: “I triestini lamentano il taglio di 300 posti letto”. Serracchiani: “La Regione Friuli non ha tagliato un euro sulla Sanità, non diciamo cretinate”. Salvini insiste: “Quanti posti letto hai tagliato?”. Serracchiani: “Nessuno, sono stati riconvertiti e razionalizzati”.
21.55 Serracchiani sulle partite Iva: “È stato un errore, lo correggeremo”.
21.52 Salvini promuove l’aliquota fiscale unica al 15% perché incentiva i ricchi a pagare le tasse. Su Renzi: “Ha promesso tante cose, 80 euro anche agli artigiani e ai pensionati… se non sei in grado di mantenere… non promettere. Il taglio a Comuni e Regioni fa aumentare le tasse locali”.
21.46 In un servizio la situazione economica nel nostro Paese.
21.39 Serracchiani nota: “Il Veneto non ha tolto i vitalizi ai consiglieri”. Giordano: “In Friuli oggi c’è chi è andato in pensione a 55 anni”. Salvini: “State chiudendo gli ospedali in Friuli”.
21.38 Per Serracchiani il dialogo Salvini-Berlusconi è dovuto solo al tentativo di salvare il Veneto, oggi in mano alla Lega. Salvini: “Stando ai sondaggi oggi il Veneto potremmo salvarlo da solo”.

serracchiani salvini

21.37 Serracchiani: “Forza Italia e il centrodestra non stanno votando contro a prescindere sulle riforme del governo”.
21.36 Salvini: “Questo governo sta togliendo miliardi di euro agli enti locali. Come faccio ad allearmi a livello regionale con un partito che toglie i soldi?”.
21.34 Salvini sull’incontro con Berlusconi: “Ci siamo visti ad Arcore e non abbiamo chiuso nessun tipo di accordo. Volevo solo capire se Forza Italia è all’opposizione. Ho trovato Berlusconi pimpante. Io ribadisco che a livello nazionale non ci basta la rottura del Nazareno per allearci con Forza Italia”.
21.30 Crozza menziona e imita anche Antonio Conte.
21.23 Maurizio Crozza. Che imita Briatore, coinvolto in Swiss Leaks.

crozzzzr

21.19 Abracadabra baby.
21.18 Presentazione degli ospiti. Ci sono anche i giornalisti Giordano e Formigli.
21.13 In apertura un servizio con protagonisti degli anziani in gita.

dimartedi 1 1 8

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging da Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 10 febbraio 2015

DiMartedì: ospiti di Giovanni Floris il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, il vice-segretario del PD Debora Serracchiani, il presidente del Censis Giuseppe de Rita, il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, i giornalisti Mario Giordano (Libero), Marco Damilano (l’Espresso), Stefano Cappellini (il Messaggero), Annalisa Cuzzocrea (la Repubblica) e il vice direttore di Banca Akros, Gianluca Verzelli.

All’interno della puntata i sondaggi Ipsos di Nando Pagnoncelli.

Nel corso della puntata si commenterà l’attualità politica: mentre la maggioranza si misura sulle riforme, il patto del Nazareno si sfalda e si ricuciono vecchie alleanze all’opposizione.

DiMartedì | Maurizio Crozza

dimartedi 1 1 2

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.