Sport&Comunicazione – Saper vendere lo sport: il golf sbarca sulla Rai

E’ uno sport di nicchia, fino a poco fa racchiuso all’interno dei circoli e che televisivamente era visibile solo su Sky. Il golf, invece, negli ultimi mesi ha avuto un’impennata della visibilità mediatica. Certo, i fratelli Molinari e il baby fenomeno Manassero hanno aiutato, ma la strategia messa in campo dalla Federgolf è stata decisiva.

E’ uno sport di nicchia, fino a poco fa racchiuso all’interno dei circoli e che televisivamente era visibile solo su Sky. Il golf, invece, negli ultimi mesi ha avuto un’impennata della visibilità mediatica. Certo, i fratelli Molinari e il baby fenomeno Manassero hanno aiutato, ma la strategia messa in campo dalla Federgolf è stata decisiva. Che ha preso possesso di ampi spazi sulla Gazzetta e che, ora, sbarca in Rai.

Due appuntamenti settimanali su Rai Sport, cinque tornei importanti del tour americano in diretta e la speranza di arrivare alla Ryder Cup. Ogni martedì, alle 22.30, il meglio dell’ultimo torneo disputato, due giorni dopo un programma di approfondimento golfistico. E, come detto, cinque tornei in diretta a partire dal The Players Championship.
Insomma, spazio, visibilità in chiaro e una strategia per far parlare di palline, mazze e far conoscere il golf anche a chi non si è mai avvicinato alle 18 buche. Una stategia che ha un costo, ma che ha una progettazione e una strategia comunicativa importante. E che ha portato ad avere spazi mai visti sugli organi di stampa, ha portato alcuni dei tornei più importanti in chiaro e ha sviluppato e concretizzato un programma d’approfondimento in prima serata e in chiaro.

Cosa c’entra tutto ciò con il rugby e la Fir? Nulla…

I Video di Blogo