Belgio: dimentica la figlia di 11 mesi in auto e va al lavoro, il corpicino senza vita scoperto dalla madre ore dopo

Una bambina belga di 11 mesi è morta lo scorso giovedì dopo essere rimasta chiusa nella macchina del padre per diverse ore, mentre quest’ultimo, che si era dimenticato di portarla all’asilo nido, era al lavoro. Già in passato ci eravamo occupati di un caso simile, quello del farmacista 38enne Eric Allarousse, condannato ad 8 mesi


Una bambina belga di 11 mesi è morta lo scorso giovedì dopo essere rimasta chiusa nella macchina del padre per diverse ore, mentre quest’ultimo, che si era dimenticato di portarla all’asilo nido, era al lavoro.

Già in passato ci eravamo occupati di un caso simile, quello del farmacista 38enne Eric Allarousse, condannato ad 8 mesi di carcere per un caso simile.

La notizia di questa morte è stata data solo oggi dalla stampa belga, che ha spiegato come molto probabilmente non ci sarà nessuna conseguenza legale per i genitori della bambina, visto che “non si è trattato di maltrattamento, ma solo di un increscioso incidente“.

Il padre, un ingegnere residente a Lovanio, doveva accompagnare la bimba all’asilo nido, ma si è dimenticato ed ha continuato la sua giornata come se nulla fosse, lasciando la piccola chiusa in macchina, sotto il sole.

Nel tardo pomeriggio dello stesso giorno, verso le 17, la madre della bambina è andata a prendere il seggiolino nell’auto del marito ed ha fatto la terribile scoperta.

Via | Le Télégramme