Celtic League – Treviso sogna, Glasgow la sveglia

Non arriva il primo successo in terra celtica per la Benetton Treviso che a Glasgow viene battuta 25-17 dai Warriors. Match equilibrato, primo tempo chiuso sul 10 pari, veneti in vantaggio per buona parte del primo tempo, ma che nella ripresa non riescono a recuperare il gap e devono cedere senza bonus agli scozzesi. Qui

Non arriva il primo successo in terra celtica per la Benetton Treviso che a Glasgow viene battuta 25-17 dai Warriors. Match equilibrato, primo tempo chiuso sul 10 pari, veneti in vantaggio per buona parte del primo tempo, ma che nella ripresa non riescono a recuperare il gap e devono cedere senza bonus agli scozzesi. Qui sotto la cronaca offerta dall’ufficio stampa della Benetton Treviso.

Continua a farsi attendere il primo successo lontano dall’Italia nella nuova avventura in Magners League per il Benetton Treviso, sconfitto al Firhill Stadium.

Dieci minuti di studio iniziale tra le due squadre, in un incontro importante per entrambe e che le compagini intendono vincere.

Il primo pericolo per la difesa biancoverde arriva all’11’ con un’azione efficace sull’asse Stortoni-O’Hare che porta l’ala ad una decina di metri dalla linea di meta ospite, ma Gonzalo Padrò è determinato e placca, portando in rimessa laterale l’avversario.

Il terza linea si fa, però, notare soprattutto un paio di minuti più tardi, quando sfrutta al meglio le idee di Willem De Waal per creare il break. Il sostegno di Nitoglia è fondamentale per far arrivare palla al largo, dove si trova Michele Rizzo che realizza la prima meta dell’incontro.

I primi venti minuti vedono poche emozioni, con i Warriors che provano a costruire gioco ed il Benetton che domina davanti, ottenendo ben tre calci di punizione da falli in mischia. 

Da uno di questi nasce la seconda occasione per muovere il punteggio per la formazione ospite, con Willem De Waal che non fallisce il tentativo da poco fuori dei ventidue avversari. 

Nei minuti conclusivi, Lineen prova a cambiare l’inerzia della sfida e la sorte sembra sorridergli. L’inserimento di Eddie diventa quasi subito decisivo con una bella iniziativa del giocatore che sembra arrivare in meta, ma viene tenuto alto.

Dalla mischia successiva, un fallo del Benetton concede la prima occasione ai Warriors, che trovano i tre punti con un difficile calcio del mediano di apertura Weir. 

Il finale della frazione di gioco è tutto a favore dei padroni di casa, con Muldowney che crea la prima breccia e gli altri avanti a cercare di supportare l’azione.

Gregor detta perfettamente i tempi di uscita della palla e consente a Welsh di rompere il placcaggio di Willem De Waal e siglare il pareggio, grazie anche alla trasformazione di Weir.

I quaranta minuti iniziali si concludono, così, in perfetto equilibrio sul 10-10.

Treviso resta, però, negli spogliatoi e appena comincia il secondo tempo subisce un colpo da ko. Due buchi in una difesa sinora assolutamente impeccabile, regalano altrettante mete in prima fase a Muldowney e Dunbar nei primi cinque minuti. Parziale 22-10.

La voglia di reagire e la determinazione, tuttavia, non mancano ai Leoni. Da una palla persa e lasciata senza controllo da parte dei Warriors, irrompe come un fulmine Ludovico Nitoglia, che galoppa per quasi l’intera lunghezza del campo e segna in tuffo.

I padroni di casa protestano per un fallo ma l’arbitro Clancy concede la meta e con la trasformazione di De Waal, i trevigiani si portano sul 22-17.

La partita sembra accendersi e le due squadre giocano a viso aperto. L’occasione capita nuovamente sui piedi di Weir che fallisce dalla distanza. Il mediano di apertura non si ripete, tuttavia, nel finale, portando oltre il break i suoi. 

Il risultato non cambia più. I Warriors vincono 25-17, togliendo anche un prezioso punto di bonus alla squadra di Franco Smith.

GLASGOW WARRIORS – BENETTON TREVISO 25-17
MARCATORI: pt 13′ Rizzo meta tr. De Waal; 23′ De Waal p.; 36′ Weir p; 40′ Welsh meta tr. Weir; st 3′ Muldowney meta tr. Weir; 5′ Dunbar meta; 10′ Nitoglia tr. De Waal; 32′ Weir p.
GLASGOW WARRIORS: Stortoni; O’Hare, Aramburu (st 24′ Horne), Murchie, Dunbar; Weir, Gregor; Beattie, Wilson, Harley; Ryder (pt 34′ Eddie), Muldowney; Low (st 27′ Tkachuk), Thomson (st 24′ MacArthur), Welsh (st 16′ Grant). A disp.: Fusaro, Pyrgos, McCall. All. Lineen.
BENETTON TREVISO: Williams; Sepe, Nitoglia, Pratichetti, De Jager (st 10′ Galon); De Waal, Botes; Filippucci (st 6′ Vosawai; st 11′ Picone), Padrò, Vermaak; Van Zyl, A. Pavanello (st 6′ E. Pavanello); Di Santo (st 27′ Cittadini), Sbaraglini, Rizzo (st 24′ Muccignat). A disp.: Ceccato, Marcato. All. Smith.
ARBITRO: Clancy della Federazione Irlandese.
NOTE: pt 10-10; spettatori: 1369; calciatori: Glasgow Warriors (Weir 4/6), Benetton Treviso (De Waal 3/3); punti in classifica: Glasgow Warriors 4, Benetton Treviso 0.

I Video di Blogo