Piazzapulita | Puntata 2 febbraio 2015

Piazzapulita: la puntata del 2 febbraio 2015

00.26 Gomez sospetta che sia la poltrona a tenere unita la maggioranza di governo. Finisce la puntata.
00.22 Biancofiore: Mi vergogno di essere dirigente di un paese che lascia famiglie in condizioni così”. Poi aggiunge sul tema politico: “Renzi deve smetterla di essere presuntuoso, ha una maggioranza grazie al Ncd, che è un partito coacervo di traditori”. Richetti: “Mi auguro che il percorso delle riforme vada avanti”.
00.18 In studio Piero, un bancario, che intona una versione particolare di Bella Ciao: “In questi anni i bancari sono stati vicino, spesso da soli, ai consumatori e ai loro problemi”.

00.16 Alla fine l’ufficiale giudiziario rinvia (per l’ultima volta) lo sfratto.

sfratt

00.11 Con un servizio si introduce il tema dell’emergenza abitativa e gli sfratti.
00.11 Formigli: “Io sto con Erri De Luca. È uno scandalo che esistano reati di opinione in Italia”.
00.09 De Luca: “Il M5S è interessante, ha un personale politico interessante. La dirigenza è troppo dirigistica”.
00.08 De Luca: “Di Renzi ho apprezzato che ha liquidato il vecchio apparato dirigente del Pd, una classe politica scaduta”.
00.04 De Luca: “Come cittadino prendo posizioni, come scrittore spendo la mia parola pubblica. Non è dimostrato alcun nesso tra le mia parole e i gesti violenti”.
00.03 De Luca: “L’informazione in Italia è asservita al Potere, risulta agli atti. La nostra libertà di stampa dipende dal fatto che oggi i giornalisti non sono professionisti dell’informazione, ma impiegati di azienda”.
00.00 De Luca: “La libertà di espressione finisce quando diffami o calunni. E non è questo il mio caso”.
23.58 De Luca: “Non credo di aver istigato. La pubblica accusa avrebbe dovuto fare i nomi di chi avrei istigato. E a commettere quali reati?”
23.55 Erri De Luca in studio. Ha scritto un libro per difendere la sua idea, ossia: “La Tav va sabotata, ecco perché servono le cesoie”.

erri de lcua

23.50 De Magistris: “La Val di Susa costa miliardi e non serve a niente”.
23.49 Richetti accusa De Magistris di fare ideologia. Il sindaco replica: “Napoli è l’unica città che ha fatto l’acqua pubblica, mentre da altre parti si è privatizzato il patrimonio pubblico”.
23.47 Richetti: “Il jobs act dice fine del precariato e assunzioni a tempo indeterminato con agevolazioni”. De Magistris: “Io sono per la dignità delle persone, i ragazzi non hanno lavoro”.

richchc

23.45 De Magistris: “Nel M5S non c’è la maturità politica di Podemos e Tsipras. Renzi è un’altra cosa e non è contro l’austerità. Poteva allentare il patto di stabilità”.
23.43 Friedman: “Tsipras è molto più furbo e meno pericoloso di quanto sembri”.
23.41 Friedman: “Dopo anni di recessione e di disoccupazione si rischia la coesione sociale, c’è rabbia. Ecco perché Podemos può vincere in Spagna e Tsipras ha vinto in Grecia”.
23.36 “Possiamo sognare, possiamo vincere”, chiude così il comizio in piazza Pablo Iglesias.
23.31 In un servizio la manifestazione di Podemos a Madrid.

podemos

23.23 Gomez: “Mattarella domani dica che la priorita numero uno, quanto il lavoro, è la lotta alla criminalità organizzata. Napolitano ha glissato troppe volte su questo tema”.
23.20 Richetti: “A dicembre 100 mila assunzioni, prima ancora del jobs act”.
23.17 De Magistris: “La ripresa economica io sinceramente non la vedo. Le tasse non sono diminuite. Non vedo nulla di nuovo”.
23.16 Biancofiore: “Le parole del ministro Boschi le trovo offensive e volgari”.
23.13 Biancofiore: “Da Renzi avrei voluto che mettesse al primo posto la riforma fiscale. Basta permettere di portare in detrazione tutto, come negli Usa”.
23.10 Seminerio: “Di chi è il merito di questo refolo di ripresa del 2015? Della congiuntura internazionale”
23.08 Friedman: “La previsione di Friedman “La disoccupazione non scenderà sotto il 12% nel 2015. Ma la tendenza si invertirà, anche se le masse non se ne accorgeranno”.
23.06 Friedman: “L’euro debole è positivo, ma il problema è che la moneta non circola nel mercato interno”.
23.02 Secondo Confindustria, nel 2015 finisce la recessione.

onfns

23.00 Seminerio durissimo sui ministri che confondono la frode fiscale con gli errori nella denuncia dei redditi. Ed ancora: “Questo esecutivo ha ammazzato il regime dei minimi”.
22.58 Mario Seminerio: “Conviene a tutti i partiti non combattere gli evasori”. Poi contesta la norma fiscale sul 3%.
22.55 Richetti smentisce Biancofiore: “Il Presidente Renzi non sente Verdini ogni giorno alle 6 di mattina”.
22.53 Padellaro del Fatto quotidiano ha perso la scommessa con Bonafè e Mieli. Ma “la pressione anche del mio giornale su Renzi affinché non rispettasse la clausola del Nazareno che riguardava il Quirinale ha fatto bene. Sono pronto a saldare la scommessa con una pizza e birra”.
22.47 Richetti osserva: “Oggi – senza il decreto fiscale – le galere non sono piene di evasori. Oggi anche chi evade piccole cifre non va in galera”.
22.44 De Magistris: “Non vedo segnali da parte del governo sulla lotta contro la corruzione”.

desgee

22.41 Richetti spiega che la soluzione sarebbe fissare un tetto massimo senza però permettere alle piccole aziende di essere potenzialmente evasori totali.
22.40 Richetti: “Questa norma non nasce per fare un favore a Berlusconi”.
22.38 Gomez sostiene che il limite del 3% sia da “dementi o mentitori” perché per esempio per l’Eni si tratterrebbe di oltre “400 milioni di fondi neri”.
22.36 Friedman: “Negli Usa non vai in galera se sbagli di un 2-3% nella denuncia dei redditi, ma l’Agenzia delle Entrata ti manda una lettera con una multa o ti danno uno storno. La fattura falsa, però, è un altro discorso”. Poi chiosa: “L’errore di tanti governi italiani è andare a caccia dei piccoli pesci invece che contro i grandi evasori”.
22.35 Visco: “Padoan mi pare si disinteressi abbastanza del ramo fiscale del suo ministero”
22.30 L’intervista a Vincenzo Visco: “Il decreto fiscale è una rifoma tutta sbagliata. La norma salva Silvio è stravagante. Se una fattura è falsa è falsa. Punto. Una riforma del genere aiuta chi è più ricco e chi evade di più”.

vincenzo visco

22.25 Pubblicità.
22.19 Biancofiore: “Non è questione di cacciare Verdini, ma che qualcuno aveva fatto credere a Verdini – che sente tutte le mattine Renzi alle sei – che il Presidente della Repubblica non sarebbe stato del Pd”.
22.15 Biancofiore ricorda l’appello di Renzi: ‘il Presidente della Repubblica doveva essere condiviso da tutte le forze parlamentari’.
22.12 Richetti chiarisce: “Nell’incontro con Berlusconi mercoledì Renzi ha fatto la proposta di Mattarella”.
22.11 Secondo Richetti, Mattarella sarà molto rigido nel controllo che gli compete sul governo.
22.09 Richetti: “Non è ben chiaro a cosa sarebbe venuto meno Matteo Renzi. Non c’era un nome condiviso”. Biancofiore smentisce: “C’erano i nomi di Amato e Casini”. Richetti: “Renzi è stato chiaro”.
22.05 Biancofiore: “Forza non è finita. Bellissimo gesto di Mattarella che ha telefonato a Berlusconi e lo ha invitato domani alla cerimonia di insediamento. Berlusconi è l’ultimo Presidente eletto dalla sovranità popolare. Forza Italia ha dei problemi, non lo nascondo. Verdini e altri hanno indubbiamente fatto credere al corpo parlamentare di Forza Italia e a Berlusconi che ci sarebbe stato un incontro con Renzi su tutto quello che riguarda il corpo istituzionale e che noi avremo avuto voce in capitolo sul nuovo nome al Colle”.

Biancofiore1

22.02 Verdini: “Franchi tiratori in Forza Italia? Non credo”.
21.57 In un servizio si ricostruiscono le ore antecedenti all’elezione di Mattarella.
21.51 Cerasa: “La limonata di Renzi e Berlusconi continuerà, ma con meno intensità e più precauzioni. Sono destinati a stare insieme”.
21.48 Per Cerasa, Mattarella non ha la stessa esperienza di Napolitano. Friedman e Gomez non sono d’accordo.
21.46 Friedman: “Sono curioso di vedere se Mattarella firmerà così come è l’Italicum o se li rimanderà. O potrebbe già comunicare qualche preoccupazione suggerendo modifiche in silenzio”.

fridee

21.44 Pomicino: “Con l’Italicum il Presidente della Repubblica non dovrà essere l’arbitro, ma il contrappeso democratico al governo che domina il Parlamento”.
21.42 Cerasa: “Se il Pd avesse voluto tradire Berlusconi avrebbe proposto un candidato al Colle in accordo col M5S”.
21.40 Friedman: “Pomicino non è un uomo del 21esimo secolo”. Poi spiega: “La mentalità democristiana è vecchia, ma è talmente nel Dna degli italiani che non se ne riesce a fare a meno”.
21.38 Pomicino: “I 101 franchi tiratori del Pd erano i renziani; i democristiani sono abituati a fare questo”.
21.35 Mastella e Pomicino su Renzi e Mattarella democristiani. Pomicino: “Ho sentito Mattarella giovedì e gli ho detto di stare tranquillo perché la strada era spianata”.

pomicino

21.32 Friedman: “Ho conosciuto Mattarella a metà anni ’80, ero corrispondente per il Financial Times. Conobbi Leoluca Orlando, che mi presentò Mattarella”.
21.30 Gomez insiste: “Lo sgarbo è stato il lancio di agenzia del vice segretaraio del Pd alle 2. Berlusconi e i suoi si sono sentiti scavalcati”.
21.26 Cerasa: “Renzi col nome di Amato non poteva andare d’accordo. Quindi ha fatto scouting col nome di Mattarella. Renzi sapeva che il nome di Mattarella non era sgradito a Forza Italia. Dentro il centrodestra è stato commesso un pasticcio gigantesco. Forza Italia ha detto prima no, poi nì, poi un po’ sì”.

cerasa piazzpaulita

21.25 Gomez: “Se fosse uscito il nome di Prodi in casa Pd ci sarebbe stata confusione. Renzi propone Mattarella a Berlusconi, che non dice subito no perché non è nella lista nera. Il problema è che Guerini ha scavalcato Berlusconi annunciando il nome la sera con un’agenzia”. Gomez conclude: “Renzi ha stra-vinto”.
21.20 Formigli torna sul tweet scritto da Renzi lunedì scorso mentre guardava Piazzapulita.

fosrmr

21.18 Inizia la puntata.

corrado formigli la7

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 2 febbraio 2015

Piazzapulita, la puntata di stasera (la diciottesima stagionale) si intitola Il maratoneta. In prima piano il successo politico di Matteo Renzi sul Quirinale e la sua azione di governo.

Ospiti di Corrado Formigli: Giorgia Meloni (FdI), Matteo Richetti (PD), Micaela Biancofiore (FI), il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, Alan Friedman (Corriere della sera), Peter Gomez (direttore de IlFattoQuotidiano.it), l’economista e blogger Mario Seminerio e lo scrittore Erri De Luca.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →