Milano: prostituta romena costretta ad un rapporto orale da due agenti della Guardia di Finanza

Durante un controllo di routine per le strada di Milano, due militari della Guardia di Finanza si sono imbattuti in un’auto parcheggiata nei pressi di via Gallarate: al suo interno c’erano una prostituta romena di 20 anni con un cliente. Quest’ultimo viene fatto allontanare dai due militari che, anziché riportarla a casa, l’hanno fatto salire


Durante un controllo di routine per le strada di Milano, due militari della Guardia di Finanza si sono imbattuti in un’auto parcheggiata nei pressi di via Gallarate: al suo interno c’erano una prostituta romena di 20 anni con un cliente.

Quest’ultimo viene fatto allontanare dai due militari che, anziché riportarla a casa, l’hanno fatto salire in macchina e costretta ad un rapporto orale ad uno dei due. Poi l’hanno riaccompagnata in lacrime in via Gallarate, dove era solita stazionare durante la notte insieme a due connazionali.

Le due amiche, subito dopo la violenza, hanno preso il numero di targa dell’auto e sporto denuncia ai carabinieri che hanno subito avviato un’indagine ed individuato i due militari.

Si tratta di due ragazzi di 25 e 30 anni che, di fronte alla denuncia, hanno ammesso la loro responsabilità: “abbiamo fatto una stupidaggine“. Per il momento i due sono indagati a piede libero, ma “nelle prossime ore il dipartimento fasce deboli della Procura di Milano aprirà un fascicolo con l’ipotesi di reato di violenza sessuale di gruppo“.

Via | Il Corriere di Milano