Celtic League – D’Apice: “Esperienza importante, spero di tornare”

Permit player, cioé quel giocatore tesserato con un club d’Eccellenza cui viene permesso di disputare alcuni match con una franchigia celtica. Durante il Sei Nazioni Aironi e Treviso si sono affidati ai permit player per ovviare alle assenze azzurre, con giocatori che hanno fatto più che altro numero e altri che sono stati protagonisti. Una

Permit player, cioé quel giocatore tesserato con un club d’Eccellenza cui viene permesso di disputare alcuni match con una franchigia celtica. Durante il Sei Nazioni Aironi e Treviso si sono affidati ai permit player per ovviare alle assenze azzurre, con giocatori che hanno fatto più che altro numero e altri che sono stati protagonisti. Una delle sorprese positive (ma chi lo conosce non aveva dubbi) è stato Tommaso d’Apice, tallonatore della Rugby Roma. Ecco come racconta a Rugby 1823 le emozioni di questa esperienza.

Foto per gentile concessione di Getty Images – Aironi Rugby

Venir catapultato in una realtà come la Celtic League che effetto ti ha fatto, con la differenza di ritmo, qualità e impegno tra Eccellenza e CL?
Venire catapultato in una realtà come la Celtic cosi all’improvviso è stata un’esperienza davvero importante, quanto dura. Passare da una realtà come il Top Ten a quella di partite cosi di alto livello e intesità è stato importante per me. Ho potuto assaporare il vero rugby, anche se per poco, ai massimi livelli… sicuramente l’approccio mentale e fisico è portato al massimo.

Hai avuto modo di scendere molto in campo in questa breve esperienza con gli Aironi. Cosa significa giocare in una squadra che non conosci, con la quale hai potuto allenarti poco?
Certo, arrivare in una squadra già formata e consolidata non è facile, però l’allenamento e i consigli di allenatori e capitano sono stati fondamentali.

Credi, o speri, che questa esperienza possa portarti l’anno prossimo a vestire in maniera ufficiale e per tutto l’anno la maglia di una franchigia?
Ora penso a finire gli ultimi mesi della stagione e a dare il meglio con la Rugby Roma per vincere le restanti partite. Poi spero che questa piccola esperienza possa darmi l’opportunità di rivestire ancora una maglia celtica.

I Video di Blogo