Usura: sei arresti della GDF a Prato, interessi sui prestiti del 500% all’ anno

È stata la denuncia di un professionista di Prato a far scattare le manette per sei persone accusate di usura ed estorsione. L’ uomo, in difficoltà economiche, si era rivolto a due dei sei arrestati, due calabresi e quattro campani, chiedendo 50.000 euro. Sul capitale dato in prestito gli usurai avrebbero preteso tassi del 20%

di remar


È stata la denuncia di un professionista di Prato a far scattare le manette per sei persone accusate di usura ed estorsione. L’ uomo, in difficoltà economiche, si era rivolto a due dei sei arrestati, due calabresi e quattro campani, chiedendo 50.000 euro.

Sul capitale dato in prestito gli usurai avrebbero preteso tassi del 20% su base mensile e di circa il 500% su base annua. Di fronte alle prime difficoltà nell’ onorare il prestito, il professionista è stato aggredito e derubato, nel suo studio, di un televisore appena acquistato.

L’ operazione è stata condotta dalla Procura della Repubblica e dalla Guardia di Finanza di Prato. I fatti contestati riguardano il periodo 2008-2009. E meno di una settimana fa un’ imponente operazione di polizia tra Firenze, Prato e Lucca ha sgominato il clan dei Terracciano attivo nel giro della prostituzione, del racket e dell’ usura. Tra gli arrestati il boss Giacomo Terracciano, ex appartenente alla Nuova Camorra Organizzata (NCO) di Raffaele Cutolo, due suoi fratelli e tre imprenditori liguri.

Foto| Flickr

I Video di Blogo