La bellezza e l’inferno raccontati da Roberto Saviano

Il nuovo libro di Roberto Saviano è da poco uscito, ma già fa parlare di sé. Viaggio tra fatti di crimine e non, vicende di cui si è parlato tanto o a volte passate un po’ sotto silenzio, raccoglie gli scritti pubblicati negli ultimi anni dallo scrittore su Repubblica e L’Espresso. Accanto all’omicidio della giornalista

Il nuovo libro di Roberto Saviano è da poco uscito, ma già fa parlare di sé. Viaggio tra fatti di crimine e non, vicende di cui si è parlato tanto o a volte passate un po’ sotto silenzio, raccoglie gli scritti pubblicati negli ultimi anni dallo scrittore su Repubblica e L’Espresso.

Accanto all’omicidio della giornalista Politkovskaja, messa a tacere senza esitazione quando stava diventando troppo scomoda e per il cui delitto non è stato condannato nessuno, quindi, troviamo sorprendentemente la storia di Lionel Messi e della sua lotta contro la deficienza di somatotropina.

Ma soprattutto c’è camorra, in modo diretto o indiretto: le vite dei pugili di Marcianise, il lungo e doloroso tragitto di Miriam Makeba, che dall’Africa è giunta a Castel Volturno per salutare definitivamente sei fratelli africani uccisi dai camorristi, storia della madre di Peppino Impastato…

Su Panorama all’opera vengono rivolte aspre critiche: tutta roba già vista, in sostanza. Ma pur stando così le cose, quanti hanno seguito ogni articolo di Saviano nel corso di questi anni? Forse non sarà un nuovo Gomorra, siamo d’accordo, ma alla fine credo che tanti lettori apprezzeranno.

Via | Thriller Cafe

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →