Turchia, ancora delitti d’ onore: 17enne accoltellata dallo zio in ambulanza

Ennesimo “delitto d’onore” in Turchia. A Siirt, sud est del paese, una 17enne è stata accoltellata in ambulanza da uno zio dopo essersi lanciata dal 6° piano di una casa: è in coma. All’ origine del disperato gesto la furia dei familiari della ragazza, “colpevole” di essere andata a trovare il fidanzato. I delitti d’

Ennesimo “delitto d’onore” in Turchia. A Siirt, sud est del paese, una 17enne è stata accoltellata in ambulanza da uno zio dopo essersi lanciata dal 6° piano di una casa: è in coma. All’ origine del disperato gesto la furia dei familiari della ragazza, “colpevole” di essere andata a trovare il fidanzato.

I delitti d’ onore sono ancora molto diffusi in Turchia, specie nel sud-est a maggioranza curda. Circa un mese fa, nella cittadina di Agri, ad una 23enne accusata di aver tradito il marito sono state tagliate le orecchie e il naso per riscattare il decoro della famiglia.

E qualche giorno addietro ad Afyon, Anatolia centrale, una 19enne che si era rifiutata di sposare il marito impostole è stata torturata e uccisa a colpi di mazza in testa dai parenti dell’ uomo. Il governo turco solo di recente ha inasprito le pene per gli autori dei delitti d’onore. Ora rischiano l’ ergastolo.